Ultima guida per il markup dello schema di WordPress

Ultima guida per il markup dello schema di WordPress

Ci sono letteralmente miliardi di siti Web su Internet, il che significa che devi lavorare sodo se vuoi che i tuoi si distinguano dalla massa. Negli ultimi anni, c’è stata una grande attenzione all’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) per rendere visibile il tuo sito Web e le persone sono sempre alla ricerca di nuovi modi in cui possano posizionarsi bene sui motori di ricerca e indirizzare più traffico di alta qualità sul loro sito.


Questo perché sia ​​che si tratti di un sito Web aziendale o di uno personale, l’ultima cosa che desideri è che il tuo sito finisca su un sacco di pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP) irrilevanti o che sia difficile da trovare e quasi impercettibile. È qui che entra in gioco il markup dello schema.

Se non hai mai sentito parlare del markup dello Schema prima, non preoccuparti di non essere solo. Questo è un concetto relativamente nuovo ed è stato progettato per dare più contesto ai tuoi contenuti e aiutarti a posizionarti meglio sui motori di ricerca. Vuoi saperne di più su come il markup Schema può aiutare a rendere più visibile il tuo sito Web WordPress? Sei nel posto giusto!

In questa guida completa, faremo (e risponderemo) le seguenti cinque domande per aiutarti a capire meglio cos’è il markup Schema e come puoi utilizzarlo per potenziare il tuo sito Web WordPress. Queste domande includono:

  • Che cos’è il markup dello schema?
  • Qual è la differenza tra Schema e SEO?
  • Quali sono i diversi tipi di markup dello schema?
  • Come puoi aggiungere il markup Schema al tuo WordPress?
  • Perché dovresti aggiungere il markup Schema al tuo WordPress?

Sei pronto per saperne di più? Inizieremo, in questa prima sezione, dando un’occhiata al markup dello schema.

Che cos’è il markup dello schema?

Test dei dati strutturati di Google

Capovolgere il markup dello schema può essere complicato nelle prime fasi, ma è necessario farlo se si desidera utilizzare questo come strumento per rendere più visibile il proprio sito WordPress. Motore WP semplifica il concetto descrivendo lo schema come segue:

“Pensa al markup dello Schema come al tuo” biglietto da visita “per i motori di ricerca. Fornisce contesto ai tuoi contenuti per aiutare i crawler a determinare di cosa si tratta. Allo stesso modo in cui un biglietto da visita indica ai potenziali clienti il ​​tuo titolo professionale, il markup dello schema indica ai motori di ricerca quali sono le cose in modo che possano essere correttamente indicizzate.

Quindi, in breve, Schema è un tipo di microdati aggiunti alle tue pagine web per fornire contesto ai motori di ricerca e aiutarli a classificare le tue pagine di conseguenza. In sostanza, il markup dello schema ha quattro scopi principali: questi sono:

  1. Aiutare i motori di ricerca a indicizzare correttamente il tuo sito
  2. Per far risaltare visivamente il tuo sito rispetto al posizionamento di altre pagine per determinati termini di ricerca
  3. Aiutare i lettori a trovare il contenuto che stanno cercando
  4. Per aggiungere contesto ai tuoi collegamenti e contenuti

Uno dei risultati chiave del markup dello schema è che le tue pagine saranno più visibili nei motori di ricerca per impostazione predefinita e genereranno più click-through alle tue pagine. Inoltre, alcuni dei metadati verranno effettivamente visualizzati sotto i titoli dei SERP, fornendo al pubblico una migliore indicazione di cosa tratta la pagina Web.

Vale anche la pena notare che mentre i dati di Schema sono ancora nelle prime fasi quando si tratta di dispositivi mobili, i motori di ricerca come Google hanno già iniziato a mostrare risultati ricchi per i termini di ricerca mobile. Ciò significa che il markup dello schema può anche aumentare le tue pagine web su tablet e smartphone, e questo è particolarmente importante dato questo oltre il 50% delle ricerche globali sono ora condotti su dispositivi mobili.

Qual è la differenza tra schema e SEO?

Prima di andare oltre, è importante chiarire la differenza tra l’ottimizzazione dei motori di ricerca (o più specificamente WordPress SEO) e il lavoro dei markup dello schema. La SEO riguarda classifiche e visibilità, ma al momento non ci sono prove che l’aggiunta di microdati tramite Schema possa avere un impatto diretto sulle classifiche organiche di ricerca del tuo sito. Quindi essenzialmente quello che stiamo dicendo è che lo Schema viene spesso frainteso come un modo per migliorare le classifiche e non è così.

Sebbene Schema ottimizzi le tue pagine e i tuoi post e aiuti i tuoi contenuti a comparire in SERP più pertinenti, non aumenta intrinsecamente le tue classifiche naturali come la SEO. Detto questo, maggiore è il contesto che dai al tuo sito WordPress e ai contenuti che condividi su di esso (attraverso recensioni, miniature, valutazioni, prodotti ecc.), Maggiore è la probabilità che tu porti a click-through e traffico al tuo sito. Che a sua volta, può aiutare a migliorare la visibilità delle tue pagine e migliorare le prestazioni complessive del tuo sito web.

Quali sono i tipi di markup dello schema?

Per approfondire la nostra comprensione del markup dello schema, ora diamo un’occhiata ai diversi tipi di schema. È disponibile in una varietà di forme e dimensioni e dipenderà dal contenuto che condividi e dalle parti su cui desideri che il tuo pubblico si concentri maggiormente.

Puoi scegliere lo schema “preimpostazioni” su WordPress tramite plugin o aggiungendo il codice manualmente. Esistono molti tipi di schemi (che è possibile guarda qui), ma i plugin popolari WordPress spesso aggiungono solo i tipi di chiave che ritengono necessari per la maggior parte degli utenti. Schema e dati strutturati per WP e AMP, ad esempio, affermano che attualmente ne ha tanti 35 diversi tipi di schema disponibile attraverso i suoi servizi. Ma diamo un’occhiata ad alcuni dei più comunemente usati, di seguito:

  • Prodotto: Puoi aggiungere alcune delle informazioni chiave sul tuo prodotto da visualizzare nei risultati di ricerca come prezzo, recensioni e disponibilità
  • video: Se stai aggiungendo video alle tue pagine, oltre alla descrizione, puoi anche includere una miniatura per attirare più spettatori
  • eventi: Stai ospitando / pubblicizzando un evento? Utilizzare Schema per assicurarsi che le informazioni su date, vendite e posizioni siano visibili dalla pagina dei risultati
  • ricette: Utilizzando rich snippet puoi condividere informazioni sulla ricetta e da dove proviene prima ancora che il lettore apra il link, può anche fornire valutazioni a stelle per la tua ricetta
  • Post / articoli del blog: Lo schema può aiutarti a migliorare l’aspetto dei tuoi blog e articoli e può condividere dettagli sull’autore e sui contenuti all’interno
  • Attività locale: Se sei un’azienda locale, puoi rendere visibili la tua posizione, le recensioni e persino gli orari di apertura dalla pagina dei risultati di ricerca

Come aggiungere Schema Markup a WordPress?

Ora capisci perfettamente cos’è Schema e i modi popolari in cui viene utilizzato da aziende, siti di e-commerce, blogger e molti altri, è tempo di dare un’occhiata a come puoi aggiungere questo al tuo sito Web WordPress. Sarebbe WordPress senza un plugin? Ovviamente no! Quindi, la prima e forse la più semplice opzione per aggiungere markup Schema al tuo sito è attraverso un plugin, che ti aiuterà a creare meta descrizioni ricche e pertinenti. Sono disponibili diversi plug-in, tra cui:

Yoast SEO

Yoast plugin SEO

Aggiungi automaticamente le tue informazioni su Schema.org con Yoast. Il plug-in aggiunge le informazioni del tuo sito con JSON-LD come nome, logo, articoli, social, ricerca, ecc.

Snippet ricchi di schema tutto in uno

Snippet ricchi di schema tutto in uno

Questo plug-in gratuito ti consente di lavorare su ogni pagina e postare l’aggiunta di informazioni sul contenuto all’interno.

Schema App Structured Data

Schema App Structured Data

Questo plug-in fa il duro lavoro per te configurando automaticamente le impostazioni e i dati dello schema su post e pagine.

Schema e dati strutturati per WP e AMP

Schema e dati strutturati per WP e AMP

Esiste una versione a pagamento di questo plugin che offre più opzioni per la creazione di rich snippet di Google.

Schema Pro

Schema Pro

Informazioni e downloadVisualizza la demo

Creato dalle stesse persone che hanno creato i frammenti ricchi di schema All In One, questo plugin è un po ‘più costoso ma include 13 diversi tipi di schema e personalizzazione con 1 clic.

Schema Vocabulary

Come puoi vedere, ci sono diversi plugin disponibili per l’aggiunta di Schema a WordPress e la tua scelta dipenderà dalla quantità di contenuti sul tuo sito e dal fatto che tu abbia il budget per investire in un plugin a pagamento. Un altro modo in cui puoi aggiungere il markup Schema al tuo sito web è manualmente aggiungendo il codice tu stesso e questo ti consente di fare molto di più – se ti senti abbastanza sicuro nel fare tu stesso questo codice che è.

Esistono tre diversi vocabolari di Schema che è possibile utilizzare per codificare i dati sul proprio sito e questi sono JSON-LD, RFDa e Microdata. JSON-LD che sta per JavaScript Notation Object for Linked Data, è il vocabolario più popolare e ampiamente raccomandato e potenzialmente il migliore per aggiungere Schema al tuo WordPress.

Al fine di garantire che tutto il vocabolario di Schema fosse impostato su uno standard in tutti i motori di ricerca (Google, Bing, Yahoo ecc.), I team hanno lavorato insieme per creare una struttura e una terminologia coerenti. Hanno anche lanciato Schema.org e questo può essere uno strumento chiave per comprendere questi vocabolari e aiutarti a generare il tuo markup durante la codifica del tuo sito WordPress.

Quindi, se non conosci la codifica o non sei ancora sicuro di aggiungere Schema manualmente, puoi visitare  Schema.org per guida.

Perché aggiungere Schema Markup al tuo sito WordPress?

In questa sezione finale, riassumeremo perché dovresti aggiungere il markup Schema ai tuoi post e alle tue pagine WordPress e vedremo in generale come Schema può migliorare la tua visibilità. Per fare questo, abbiamo messo insieme un elenco dei quattro motivi per cui dovresti considerare di aggiungere Schema al tuo sito tramite un plug-in o aggiungendo il codice manualmente. I motivi principali per l’aggiunta del markup dello schema sono:

  1. Strutturare i tuoi dati aiuta il tuo sito WordPress a comunicare meglio con i motori di ricerca e quindi a diventare più visibile sulle SERP pertinenti
  2. Con una migliore comprensione dei tuoi contenuti, i motori di ricerca come Google possono offrire risultati migliori ai suoi utenti
  3. Microdati come rich snippet, miniature e valutazioni hanno dimostrato di aumentare la percentuale di clic sul tuo sito Web, il che può portare a un aumento del traffico di alta qualità
  4. Infine, aggiungendo dati strutturati è possibile rendere i contenuti a prova di futuro man mano che vengono create sempre più tecnologie relative alla ricerca

Per saperne di più o per iniziare, vai a Schema.org per ulteriori dettagli.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map