Suggerimenti per WordPress: 15 errori WordPress da evitare a tutti i costi

Solo tu puoi rendere il tuo sito WordPress potente o debole quanto vuoi. Ovviamente, tutti vogliamo creare il più formidabile dei siti Web, ma sfortunatamente ciò non accadrà per caso: devi fare delle scelte consapevoli e poi andare al lavoro. Mentre questo è l’approccio che ogni utente di WordPress dovrebbe assumere, finiamo tutti per fare errori perché, in primo luogo, abbiamo sempre fretta e in secondo luogo, siamo generalmente negligenti come specie. Errare è umano ricordare?


Se non conosci WordPress, il post di oggi ti mostrerà come evitare quindici (15) errori di WordPress. Se hai schiaffeggiato il tuo sito WordPress in fretta e fatto questi tra gli altri errori, questo post ti mostrerà come risolvere i tuoi problemi e riportarti sulla strada giusta.

Prendi una matita e un po ‘di carta, creeremo il tuo sito tra tre, due, uno …

1. Dimenticare / ignorare i backup del sito Web

Hai controllato questo post sulla sicurezza di WordPress? In quel post, abbiamo delineato a lungo le misure che devi prendere per rafforzare la sicurezza del tuo sito Web WordPress. Vorrei fare eco ad un punto in quel post – il backup del tuo sito WordPress.

Sviluppare il tuo sito Web senza backup regolari è come saltare da un aereo senza scivolo. Solo Capitano America lo fa e se non riesci a riavvolgere il tempo come Curtis Misfits, prendi l’abitudine di eseguire il backup del tuo sito WordPress o potresti perdere tutto.

Forse ti sei dimenticato di fare il backup del tuo sito web. Forse è stancante e non hai nulla per compiti banali. O probabilmente non hai tempo. Bene, non è necessario eseguire il backup manuale di WordPress. Puoi utilizzare plugin di backup di WordPress o servizi commerciali che eseguono il backup automatico del tuo sito su base regolare. Vorrei raccomandare:

I migliori servizi di backup

  • WPEngine – Provider di hosting WordPress gestito al vertice della categoria. Forniscono funzionalità di backup integrate.
  • VaultPress – Backup e sicurezza di WordPress. Forniscono backup automatizzati con facili ripristini.
  • Verificare con il proprio provider di web hosting. Alcuni host web forniscono backup regolari.

Plugin di backup di WordPress

2. Ignorare gli aggiornamenti di WordPress

Aggiornamento di WordPress

Rimarrai sorpreso dall’enorme numero di utenti WordPress che gestiscono i loro siti Web “amati” su versioni obsolete di WordPress.

La parte peggiore è che la maggior parte degli utenti afferma che l’aggiornamento alla versione più recente di WordPress interromperà i loro siti Web. Quindi si aggrappano a vecchi plugin e temi solo perché gli sviluppatori non si sono preoccupati abbastanza di aggiornare. Qui fuori, WordPress riceve continuamente nuove ed eccitanti funzionalità e diventa più duro in termini di sicurezza.

Se gli aggiornamenti non fossero necessari, non avremmo il WordPress che conosciamo e amiamo oggi. Funzionalità obsolete e vulnerabilità della sicurezza vanno di pari passo e, se non stai eseguendo il tuo sito web WordPress 3.9.1 o superiore, stai implorando di essere violato.

Non ignorare le notifiche di aggiornamento e se un tema o plug-in si interrompe dopo l’aggiornamento, ci sono alternative migliori. Se non riesci a trovare un’alternativa adatta, creane uno o assumi uno sviluppatore e smetti di essere meschino.

3. Utilizzo di “Admin” come nome utente

Fammi vedere la tua mano se “admin” è il tuo nome utente? Probabilmente hai una password debole e gli hacker non vedono l’ora di entrare nel tuo sito web (se non lo hanno già fatto).

“Smetti di colpirmi, WordPress crea il nome utente” admin “per impostazione predefinita. Non è un mio errore! ” Bene, puoi cambiarlo! Puoi cambiarlo durante l’installazione di WordPress. Lascialo così com’è se odi davvero il tuo sito web. Non usare mai “admin” come nome utente. Quindi ricorda di creare password difficili da decifrare.

4. Download di temi WordPress “gratuiti” ovunque

Accendi subito il tuo motore di ricerca preferito e cerca “temi WordPress gratuiti”. Ti risparmierò il disturbo; otterrai un carico madre di temi WordPress “gratuiti” impacchettati e pronti per il download.

L’unico problema è che molti di questi temi gratuiti non sono realmente gratuiti. Molti di loro sono carichi di codice dannoso e collegamenti che non ti avvantaggiano. Il successo del tuo blog WordPress dipende da molti fattori, uno dei quali è la qualità del tuo tema. Se scegli il tema WordPress sbagliato (o difettoso), puoi anche dire addio al successo online. Se stai cercando temi WordPress premium professionali, vai con un’azienda rispettabile come:

  • WPExplorer
  • Themify
  • Temi eleganti
  • Genesi
  • Quadro tematico totale di WordPress
  • Oppure assumi uno sviluppatore di WordPress per creare un tema per te

Con un budget limitato? Ti abbiamo coperto. Puoi ottenere temi WordPress fantastici e gratuiti su:

Stai alla larga dai temi gratuiti di WordPress da qualsiasi parte del Web: assicurati di scaricare solo temi da fonti affidabili. Ti trascineranno giù. Di ‘no ai temi gratuiti di bassa qualità.

5. Dimenticare di installare un plug-in di memorizzazione nella cache

Memorizzazione nella cache di WordPress Plugin

Se sei greenhorn per quanto riguarda WordPress (e lo sviluppo web), probabilmente non sai cos’è la cache. Se sai cos’è la memorizzazione nella cache ma non ti preoccupi di installare un plug-in di memorizzazione nella cache, stai sprecando molti secondi nel tempo di caricamento della pagina.

Desideri offrire ai tuoi visitatori velocità di caricamento della pagina superveloci che si traducono in un’esperienza utente soddisfacente, installare un plug-in di memorizzazione nella cache o registrarsi con una rete di distribuzione di contenuti (CDN). Ecco le soluzioni che utilizzo per potenziare i miei siti Web:

Altre opzioni:

Inoltre, alcune società di hosting WordPress includono opzioni di memorizzazione nella cache per te. WPEngine ha la memorizzazione nella cache integrata e SiteGround offre un plug-in per WordPress SuperCacher con alcuni dei loro piani. Assicurati che il tuo host non fornisca opzioni di memorizzazione nella cache prima di installare il tuo plug-in in quanto ciò potrebbe causare conflitti e finire per rallentare il tuo sito. Quindi tieni d’occhio.

6. Conservazione della pagina di esempio

Qualche giorno fa, ho installato un tema reattivo di una pagina per un client. Ho installato il tema su una nuova copia di WordPress che, ovviamente, è arrivato con la pagina di esempio. Dal momento che il tema di una pagina funziona con sezioni (al contrario di più pagine) ed è arrivato con il suo Schermata Opzioni, la pagina di esempio è stata nascosta alla vista. L’ho visto più tardi quando ho aggiunto pagine extra. Basti dire che avrei perso la pagina di esempio se non avessi avuto bisogno di pagine extra.

A parte questo, sapevi che oltre un (1) milione di utenti WordPress ha ancora la pagina di esempio sui loro siti Web? Se questo è sorprendente, dovresti sapere che la maggior parte di queste persone non è a conoscenza della pagina di esempio o ha dimenticato di eliminarla. Se non stai usando la pagina di esempio (e perché dovresti usarla comunque quando puoi creare un milione e un’altra pagina comunque), vai avanti ed eliminala subito. Non ha un bell’aspetto sul tuo blog professionale. Questo perché è un errore.

7. Mai moderare i commenti

Commenti moderatori

I commenti indicano come i tuoi lettori stanno rispondendo al tuo messaggio di marketing. Ma occorre moderazione e impegno per moderare i commenti, soprattutto se ne ricevi più di alcuni. Molti proprietari di piccole imprese non sanno come gestire i loro siti Web e finiscono per rimanere bloccati con tonnellate di commenti che richiedono moderazione. Continuano a rimandare fino a quando non li tormenta.

Quindi abbiamo commenti spam, che possono davvero danneggiare il tuo SEO oltre a spaventare i lettori. Non approvare mai i commenti spam anche per caso, non importa quanto bene scritto. Come si raccontano buoni commenti dai commenti spam? Come si separa il grano dalla paglia? Bene, è facile Se cammina come un’anatra, ciondola come un’anatra, sembra un’anatra, deve essere un’anatra. Se si tratta di spam, lo saprai immediatamente.

Se non desideri commenti, disabilita i commenti tramite Impostazioni >> Discussione >> Predefinito Articolo Impostazioni o utilizzare un plug-in come Disabilita plug-in commenti. Per tenere sotto controllo i commenti spam, utilizzare Akismet o uno qualsiasi di questi plugin per bloccare lo spam.

8. Troppe categorie, non abbastanza tag

WordPress ti consente di creare facilmente categorie e tag. Questo può aiutarti a raggruppare post correlati per migliorare l’accessibilità. Spesso le persone vengono portate via e finiscono per creare categoria dopo categoria per andare con ogni nuovo post.

Sfortunatamente, molte persone non taggano i loro post tanto quanto li categorizzano. Finiscono per creare centinaia di categorie e pochi (se presenti) tag. Questo non va bene per l’architettura SEO e del sito. Inoltre, è possibile utilizzare categorie e tag in modo intercambiabile. Puoi anche usare i tag nei menu di navigazione proprio come le categorie. Impara di più riguardo Categorie vs tag nel Codice.

9. Utilizzo di Favicon predefinito

Sono colpevole di questo. Nella fretta di lanciare il loro sito e iniziare a fare soldi (haha), molti utenti di WordPress spesso dimenticano di cambiare i loro favicon. Individuerai siti con favicon dai loro provider di hosting, ad es. Bluehost o dalla loro società quadro ad es. Genesi.

Proprio come il tuo logo, la tua favicon è la tua identità sul web. Inoltre, i tuoi visitatori vedranno la tua favicon quando aggiungeranno il tuo sito ai preferiti. Come puoi vedere, questi sono ottimi motivi per cambiare la tua favicon. È un lavoro facile, come vedrai nella riprogettazione del tuo sito Web WordPress (per aggiungere un tocco personale).

10. Andare con la piattaforma sbagliata

Bloccato tra WordPress.com e WordPress.org? Non sai quale opzione scegliere? Molti principianti spesso fanno la scelta sbagliata e finiscono per pentirsi in seguito.

Mentre ogni piattaforma ha i suoi vantaggi, WordPress self-hosted è un’ottima opzione per molte aziende, piccole e grandi poiché ti dà un maggiore controllo sul tuo sito web. Scegli una piattaforma adatta alle tue esigenze. Questa guida su WordPress.com vs WordPress.org dovrebbe aiutare.

11. Non avere un sito mobile o reattivo

Siti Web mobili

Il futuro è mobile e ti stai facendo un disservizio se il tuo sito Web WordPress non può adattarsi ai dispositivi mobili. Se il tuo sito Web non è ottimizzato per i dispositivi mobili, potresti perdere molti affari. Oltre a ciò, Google ti penalizzerà se il tuo traffico mobile reindirizza alla tua home page desktop.

Puoi mobilizzare il tuo sito usando plugin come WPtouch o usa il design reattivo sin dall’inizio. Il design reattivo (utilizza HTML + CSS3) garantisce che il tuo sito Web sia bello su tutti i dispositivi indipendentemente dalla larghezza dello schermo.

12. Dimenticare l’installazione dei permalink

Come abbiamo visto nelle Opzioni integrate di WordPress che dovresti utilizzare, molte persone utilizzano la struttura URL predefinita, ad esempio tuo dominio.com ??== Non vuoi lasciare i tuoi permalink così: è dannoso per la tua SEO e per l’esperienza dell’utente. Dopo aver installato WordPress, vai a Impostazioni >> Permalink e aggiorna i tuoi permalink.

13. Non installare un modulo di contatto

Il modulo di contatto è parte integrante di qualsiasi sito Web. La pagina dei contatti dovrebbe lavorare molto duramente per il tuo business online, ma è sorprendente vedere quanti utenti WordPress si sparano ai piedi dimenticando di includere un modulo di contatto nelle loro pagine di contatto.

Molte persone elencano semplicemente le e-mail e forse un numero di telefono e dimenticano completamente il modulo di contatto. Mossa sbagliata. Elencare le tue email attirerà solo spam nella tua casella di posta. Un modulo di contatto d’altra parte faciliterà il coinvolgimento. WordPress ha un generatore di moduli di contatto integrato accessibile tramite l’editor dei post, ma se hai bisogno di più funzionalità, puoi dare un’occhiata Modulo di contatto 7 o forme a gravità.

14. Dimenticare Google Analytics

statistiche di Google

La maggior parte dei nuovi utenti non installa statistiche di Google dopo aver installato WordPress. Forse stai bene Statistiche Jetpack ma dovresti sapere che stai perdendo così tante informazioni sul tuo sito.

Google Analytics ti aiuta ad abbattere il tuo traffico, così saprai cosa ottimizzare per prestazioni migliori. Ti consigliamo di installare Google Analytics e di registrarti con Strumenti per i Webmaster di Google.

15. Non ottimizzazione delle immagini

Quando inizi a utilizzare WordPress, hai fretta di pubblicare il tuo primo post che dimentichi di ottimizzare le tue immagini. Immagini pesanti rallentano il tuo sito Web influendo negativamente sull’esperienza utente. Prima di caricare immagini sul tuo sito WordPress, ottimizzale per le migliori prestazioni. Se usi Adobe Photoshop, assicurati di salvare le tue immagini per il Web con le opzioni “Salva per Web”. Controlla il tuo software di modifica delle immagini per l’opzione “Salva per Web”.

A voi…

Abbiamo appena elencato quindici (15) dei peggiori errori di WordPress che dovresti evitare a tutti i costi. Consapevole di altri errori di WordPress che altri lettori dovrebbero evitare? Sii gentile abbastanza da condividere i commenti in

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me