Se, perché e come aggiungere contenuti premium al tuo sito WordPress

La prima domanda che devi porsi onestamente mentre contempli di rendere i tuoi contenuti disponibili solo ai lettori a pagamento. Ne vale davvero la pena? Molte persone che iniziano nel mondo degli affari tendono ad avere aspettative molto ottimistiche riguardo alle loro prospettive di business. L’ottimismo è buono a piccole dosi, ma il pragmatismo e il giudizio critico spesso mantengono le imprese in gioco per un periodo di tempo prolungato. Le migliori aziende hanno un salutare ottimismo della dose temperato dal pragmatismo.


Google sarebbe un ottimo esempio. Investono costantemente in tecnologie stravaganti (ottimismo) e ancora 96% delle loro entrate è attribuito alla pubblicità a partire dal 2011. Hanno la ricchezza e le risorse che permetterebbero loro di permettersi alcuni singhiozzi finanziari considerevoli.

Se stai iniziando come blogger per la prima volta, potresti non avere le risorse finanziarie per imparare dagli errori. Assicuriamoci di non farne!

Le persone pagheranno per i tuoi contenuti?

Questa è la più basilare e tuttavia la più importante delle domande che dovrai porti. Ed è molto facile arrivare a un “Sì facile”. Affrontare questa domanda delicata ma estremamente importante nel modo giusto è fondamentale.

i soldi

Quando mi riferisco al contenuto, intendo video tutorial, corsi online, immagini, immagini di stock, audiolibri, e-book, semplici articoli, notizie e qualsiasi forma di media che comunica con un pubblico. E hai bisogno di persone che siano disposte a consegnare il proprio reddito guadagnato per le conoscenze / informazioni che fornirai. E non è facile. Ecco alcune buone domande da porsi per decidere se gli utenti potranno utilizzare i tuoi contenuti:

  • Riesci a trovare lo stesso contenuto esatto che stai vendendo ai tuoi lettori gratuitamente ovunque su Internet? Se la risposta è sì, fermati qui non sarai mai in grado di vendere i tuoi contenuti per soldi. Se qualcuno può ottenere qualcosa gratuitamente, non vi è alcun incentivo per acquistarlo (assumendo nessun vantaggio temporale). 
  • Hai qualche credibilità in questo particolare campo su cui stai offrendo informazioni? Hai già un blog o un sito Web che gestisci da anni fornendo informazioni specifiche su determinati argomenti? Hai gradi avanzati nel campo particolare o campi correlati? Principalmente, quante persone visitano il tuo sito web? Tutto ciò che aggiunge credibilità è molto rilevante per la discussione.
  • È il momento giusto? L’aggiunta di costi per la visualizzazione di contenuti influirà sull’efficacia con cui è possibile ridimensionare la propria attività. Se hai raggiunto una massa critica di pubblico o se i costi di acquisizione di nuovi clienti hanno rendimenti decrescenti e se la crescita sta rallentando perché sei in cima alla tua nicchia / settore, in termini di quota di mercato, allora è un buon momento per creare contenuti premium.
  • Le informazioni che intendi vendere hanno conoscenze approfondite o attuabili? I contenuti che offrono poco o nessun vantaggio in termini di arricchimento finanziario / emotivo tendono a avere difficoltà nel mercato. 

Segui i soldi, molto raramente ti porta fuori strada. Puoi valutare quanto è preziosa la tua nicchia o quanta concorrenza c’è nella tua nicchia, se capisci come funziona la ricerca di parole chiave. Potrei scrivere qui sulla ricerca di parole chiave, ma l’argomento è vasto e merita una discussione approfondita – ti consiglio di dare un’occhiata Guida di Moz per la ricerca di parole chiave.

Se non riesci a trovare un modo per legare il valore di mercato all’equazione, sarà molto difficile rendere redditizia la tua attività. Senza un numero, una risposta a una qualsiasi delle domande di cui sopra è solo congettura selvaggia che non ti aiuterà. Le aziende di successo fanno soldi, ottimizzare il tuo reddito dovrebbe essere il tuo obiettivo. Dovrai sapere in che modo rendere i contenuti disponibili solo agli utenti pagati influisce sulle tue entrate e sulla tua portata.

Tutto si riduce alle dimensioni della torta che si può avere in qualsiasi nicchia, alla competitività di detta nicchia, alla tua capacità di fornire una proposta di grande valore al pubblico e fare scambi tra il ridimensionamento delle attività e la produzione di migliori margini di reddito.  

Come fanno le aziende Web a fare soldi?

Ora, quando parlo di vendita di contenuti e creazione di contenuti premium, mi riferisco ad aziende che si affidano esclusivamente o in gran parte alla vendita di prodotti su un mercato.

BusinessCalc

Questa discussione diventa radicalmente diversa con le diverse aziende. Ora per un business online quali sono le diverse possibili fonti di reddito? I più comuni sono:

  • Pubblicità
  • Marketing di affiliazione
  • Servizi o prodotti
  • Contenuto Premium

In sostanza, la maggior parte delle attività web opera attraverso uno dei quattro canali per generare reddito. Ad esempio, prendi WPExplorer – perché WPExplorer assume scrittori per creare contenuti, solo per non venderli?

Primo motivo – Non siamo l’unica fonte di notizie WP. Abbiamo alcuni contenuti davvero fantastici sul nostro sito Web per aiutare le aziende online che usano WordPress. Abbiamo ottimi contenuti su una vasta gamma di argomenti che includono marketing, ottimizzazione dei motori di ricerca, hosting e praticamente ogni altro aspetto della gestione di un’azienda di successo attraverso siti Web basati su WP.

Secondo motivo – I buoni contenuti sul nostro blog si traducono in un ottimo marketing. Ricorda che ho parlato di costruire credibilità, si aggiunge molto alla nostra credibilità. Rendere i contenuti disponibili solo ai lettori a pagamento si metterebbe in mezzo.

Terzo motivo – L’attività principale qui per WPExplorer è la vendita di temi, non di contenuti. WPExplorer è un themehouse che produce temi fantastici che hanno venduto oltre 35.000 copie negli ultimi anni. E oltre a vendere temi, usiamo anche marketing di affiliazione per aggiungere un po ‘al nostro reddito. Ancora una volta, la creazione di contenuti premium non è compatibile con le nostre fonti di reddito, si limiterebbe a ostacolare.

La maggior parte dei siti Web che vendono i loro contenuti sono in grado di offrire qualcosa che altri siti Web non possono offrire, consegna puntuale di notizie o opinioni e articoli perspicaci che non troverete da nessun’altra parte. Questo è anche il motivo per cui così tanti giornali e riviste online utilizzano un modello di abbonamento per generare entrate. 

Come vendere contenuti premium?

Se stai vendendo un eBook che è molto diverso rispetto al tipo di cose di cui stiamo parlando qui. Nel caso che sto descrivendo, stiamo parlando di un’azienda che genera ottimi contenuti freschi su base giornaliera / settimanale. Quindi, anche se un sito Web non guadagna denaro attraverso la pubblicità e non agisce né come affiliato né come venditore di servizi, può vendere i contenuti prodotti in modo tempestivo per fare soldi.

Modelli di abbonamento e iscrizione

UN sottoscrizione modellato è orientato alla produzione di grandi contenuti e quindi l’interazione tra provider e lettore è molto ridotta. Questo è il modello scelto per la maggior parte delle riviste e dei giornali premium come The New Yorker o WSJ.

UN membri Il modello è adatto per le attività Web che vanno oltre la fornitura di contenuti, per i siti Web che hanno una base di membri attiva che sono anche destinatari di un servizio o di un prodotto fornito dall’azienda Web. Nella stessa iscrizione può essere incluso l’accesso ai contenuti esclusivi solo per i membri.

Abbiamo discusso della vendita dei tuoi contenuti e l’intenzione non è quella di spingere un prodotto o vendere un servizio. Quindi stiamo parlando di abbonati, non di membri. Dobbiamo costruire una base di abbonati. I siti web tendono ad avere un vasto pubblico, ma solo una piccola percentuale di essi è abbonati e tale percentuale scende ancora di più per gli abbonati pagati.

Questo potrebbe essere un po ‘complicato, quindi lo terrò semplice. Ci sono alcuni modi per farlo. Ma il modo migliore sarebbe.

  1. Crea contenuti fantastici
  2. Costruisci un pubblico e raggiungi la scala
  3. Crea contenuti premium
  4. Converti una piccola percentuale da un pubblico non pagante in abbonati paganti
calcolatore-grafici

La crescita è più importante della monetizzazione.

Riesci a immaginare di provare a vendere contenuti su un sito nuovo di zecca con un dominio che ha poco o nessun traffico? A meno che tu non sia una celebrità, non funzionerà. Quindi devi rivelare alcuni contenuti. Ma quanto?

  • Utilizzare un approccio che fornisca a ciascun lettore un numero specifico di articoli al mese. Questa è una buona idea, se produci molti contenuti su base mensile.
  • Mostra al tuo pubblico un estratto dettagliato dell’articolo o dei frammenti dell’articolo che fa affermazioni scandalose. Invita il tuo pubblico ad acquistare i contenuti.

Questo deve certamente ricordarti come funzionano gli sviluppatori di software, ti mostrano un numero sufficiente di funzioni per attirarti nell’acquisto della versione premium del software. La proposta qui è molto simile, mostra al tuo pubblico quanto basta per convincerlo a pagare per il resto.

Inoltre, devo sottolineare qui che dovrai capire in che modo ciò influirà sull’ottimizzazione dei motori di ricerca. Se il tuo sito web fa affidamento sui motori di ricerca per il traffico, come fanno la maggior parte dei siti Web, bloccando l’accesso ai tuoi contenuti quando i crawler dei motori di ricerca vengono a dare un’occhiata, può inviare le classifiche dei motori di ricerca del tuo sito in un attimo.

Plugin WordPress per creare abbonati e membri

E ora le buone notizie! Come puoi vendere i tuoi contenuti premium. Il modo più semplice è utilizzare l’aiuto di alcuni buoni plug-in in modo da poterti concentrare sui tuoi contenuti. Innanzitutto, hai bisogno di un solido plugin di abbonamento e abbonamento. E sebbene la maggior parte dei plug-in siano chiamati plug-in di “appartenenza”, funzionano anche bene per creare più livelli di abbonamento e vari livelli di accesso sul tuo sito web. Ecco i nostri plugin di iscrizione e abbonamento preferiti per WordPress:

  • Limitare Content Pro è uno dei modi migliori per monetizzare i tuoi contenuti. Esistono funzioni facili da usare per la creazione e la gestione dei livelli di abbonamento o iscrizione e opzioni per limitare post, pagine o contenuti specifici.
  • MemberPress è un’altra fantastica opzione di plug-in che integra più opzioni di abbonamento, strumenti di reportistica e l’opzione di vendita di beni digitali e contenuti premium.
  • MemberMouse è un altro plugin fantastico e potente che puoi usare per vendere abbonamenti, abbonamenti e prodotti. Con funzionalità aggiuntive per la gestione dei clienti, mailing list, aree riservate ai membri, supporto dell’automazione, reportistica e molto altro, è un potente strumento per la vendita di contenuti premium.

Oltre a un plug-in di abbonamento, avrai bisogno di un’ottima opzione e plug-in popup per promuovere i tuoi contenuti premium. Eccone alcuni che amiamo:

  • Optin Monster è di gran lunga uno dei servizi optin più noti sul web. Con tonnellate di opzioni per moduli, layout, colori, intento di uscita, test di divisione A / B e tonnellate di rapporti, è un ottimo investimento per qualsiasi azienda.
  • fioritura di Elegant Themes è un’altra opzione popolare, poiché include funzionalità semplici, design reattivo e opzioni di personalizzazione, oltre a un marchio così noto.
  • Popup Pro di WPMU è un plugin optin pulito e semplice. Usa i modelli e le opzioni semplici per colori, animazioni e altro per promuovere la tua newsletter o le offerte per i tuoi lettori.

E se vuoi vedere di più, dai un’occhiata a queste utili raccolte di plugin di iscrizione e optin:

  • Limitare i contenuti per membro sul tuo sito WordPress
  • I migliori plugin di appartenenza a WordPress
  • Padroneggia i primi 5 plugin pop-up per la conversione di WordPress
  • Plugin WordPress utili per far crescere la tua lista e-mail

Avvolgendo

È tutto per ora. Abbiamo discusso se dovresti vendere contenuti premium ai tuoi lettori e alcuni dei migliori strumenti di WordPress che ti permetterebbero di vendere facilmente i tuoi contenuti migliori agli abbonati. E se hai dei dubbi sul tipo di contenuti che le persone sarebbero disposte a pagare, leggi L’intesa di Miles Galliford su MarketingProfs. Mi piacerebbe sentire la tua opinione su ciò di cui ho discusso nei commenti qui sotto ��

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map