Scegliere il miglior plugin WordPress per le esigenze del tuo sito Web

Come scegliere il miglior plugin WordPress

Splendide o sbalorditive non sono etichette che puoi appuntare facilmente su WordPress. Ma ciò che lo rende eccitante e attraente è il numero davvero enorme di plug-in che espandono enormemente le funzioni della piattaforma. Pensa a qualsiasi funzione che desideri venga eseguita da WordPress. È probabile che ci saranno più plugin disponibili per quella funzione.


Gli utenti di WordPress hanno davvero l’imbarazzo della scelta quando si tratta di plugin. Alla data, il conteggio totale dei plug-in nel repository dei plug-in di WordPress ha toccato 45.000 con un totale di oltre 1.291.557.880 download. Questi numeri non includono i numerosi plug-in gratuiti e premium forniti da terze parti.

Con tutte queste opzioni, probabilmente vorrai installarne alcune (o più). Ad un certo punto potresti chiederti: quanti plugin dovresti installare sul sito web basato su WordPress? Se hai le risorse del server per supportarlo, puoi davvero installa tutti i plugin di qualità che desideri. Se i plug-in sono codificati in modo pulito e al PHP è stata allocata memoria sufficiente, non dovresti riscontrare problemi. Ma un plugin mal codificato può far crollare il tuo server – che tu abbia due plugin installati o venti. La risposta qui è qualità sulla quantità.

Una regola semplice che dovresti seguire per assicurarti che i plugin non rallentino il tuo sito disattiva i plugin che non stai utilizzando. I plug-in inattivi occupano spazio sul server ma non consumano RAM, larghezza di banda o PHP. Questo semplice passaggio può aggiungere alcuni millisecondi alla velocità del tuo sito.

La maggior parte dei plugin sono sviluppati indipendentemente e sono utili se sono ben codificati. Ma plug-in scarsamente codificati che non hanno un supporto continuo da parte dell’autore o plug-in incompatibili con le versioni di WordPress, i temi o altri plug-in, possono avere conseguenze disastrose per il tuo sito. Possono causare un sito lento o addirittura arrestarsi in modo anomalo, causare errori o mangiare nello spazio di memoria o causare la morte di uno schermo bianco.

Elenco di controllo per la scelta dei plugin

È sempre bene impostare alcune regole di base durante l’ordinamento attraverso i plugin. In questo modo, non esagererai e affollerai il tuo sito con troppi plug-in. Ecco alcune semplici linee guida da tenere a mente prima di installare un nuovo plugin:

1. Crea una lista dei desideri con le funzionalità del plugin

Inizia scrivendo l’elenco dei requisiti delle funzioni del plugin nell’ordine che è importante per te. Includi tutte le attività che desideri vengano eseguite dal plug-in con le attività “Impossibile vivere senza” nella parte superiore, seguite da altre mentre scorri l’elenco.

lista di controllo

Alcune funzioni lo sono essenziale per tutti i siti Web, come backup, protezione SEO e spam. Questi dovrebbero essere in cima all’elenco e da dove inizi la ricerca dei plug-in poiché sono fondamentali per le operazioni quotidiane del sito Web. Se non sei sicuro da dove cominciare, non temere. Verso la fine di questo articolo ho elencato alcuni dei migliori plugin per svolgere queste importanti funzioni.

Inoltre, prima di installare qualsiasi cosa assicurati di ricontrollare che le funzionalità che desideri non siano già fornite dal tuo tema o hosting. Ad esempio, se usi l’hosting di WordPress gestito da WPEngine, non avrai bisogno di un plug-in per la memorizzazione nella cache e se hai installato le funzionalità del tema Total WordPress come la condivisione social, le opzioni di tipografia e i cursori sono tutti inclusi.

2. Inizia la ricerca del plug-in

Quando cerchi un plug-in troverai probabilmente opzioni gratuite e premium. Le opzioni gratuite sono di solito un buon punto di partenza poiché non richiedono investimenti. Per plugin gratuiti la migliore fonte è il Repository di plugin per WordPress. Ci sono migliaia di opzioni, tutte GRATUITE, quindi è un ottimo punto di partenza. Gli invii sono tenuti a standard elevati per la codifica, la compatibilità con WordPress e gli aggiornamenti degli autori. I plugin sono anche taggati e classificati per facilitare la ricerca. Basta usare i filtri per trovare un elenco di possibili plugin. Inoltre, molte delle opzioni gratuite nel repository offrono anche aggiornamenti premium per funzionalità aggiuntive e supporto premium se necessario / desiderato.

CodeCanyon

D’altra parte i plug-in premium non sono poi così costosi e offrono un supporto migliore. Inoltre, dopo il costo iniziale, gli aggiornamenti a vita sono spesso gratuiti. Per plugin premium, cercare CodeCanyon. Offrono alcuni dei migliori plugin premium sul web e seguono standard di codifica simili a WordPress.org. Ospitano anche la maggior parte dei popolari plug-in premium sul Web. Cerchi il miglior page builder per WordPress? CodeCanyon ospita Visual Composer. Hai bisogno di un plug-in di scorrimento potente e reattivo? Prova Slider Revolution – un altro spicco di CodeCanyon. E l’elenco potrebbe continuare all’infinito.

In entrambi i casi – solo scarica plugin da fonti attendibili. Esistono molti siti Web che offrono plug-in gratuiti, quindi prova a usare il tuo miglior giudizio prima di scaricare e installare qualsiasi cosa. Usa i consigli di blog famosi (inizia con questi fantastici blog di WordPress) per avere un’idea di dove trovare plugin di alta qualità. Anche evitare download gratuiti illegali di plugin premium. Questo non è solo ingiusto per l’autore che ha speso così tanti sforzi per creare il suo fantastico plugin, ma probabilmente ti verrà iniettato un codice dannoso malevolo nel tuo sito web (non vale i risparmi di $ 10-20 se me lo chiedi).

3. Seleziona plugin di qualità

Oltre alle fonti affidabili, è una buona idea controllare le valutazioni e le recensioni di un plug-in. Per molti plugin popolari una rapida ricerca su Google restituirà un sacco di recensioni dettagliate da parte dei blogger. Nella directory di WordPress e su CodeCanyon è possibile controllare i dettagli visualizzati nella barra laterale destra della pagina del singolo plug-in

Cerca il numero di download contro il plugin. Un numero elevato è una buona indicazione della popolarità del plugin. A volte, forse non viene scaricato un plug-in che spesso semplicemente perché soddisfa un requisito di nicchia.

Controlla il stelle. Mentre una valutazione più alta significa un plug-in migliore, il contrario non è necessariamente vero. Se trovi il plug-in che ti piace, ma ha una valutazione scadente, non ignorarlo immediatamente. La valutazione può essere distorta a causa di un numero limitato di recensioni o di un singolo revisore che è stato molto particolare. Se hai domande, lascia un commento o invia un’e-mail all’autore del plug-in per scoprire se il plug-in è in grado di soddisfare le tue esigenze.

Pagina delle valutazioni

Il plugin deve essere supportato dall’autore. Il numero di thread risolti negli ultimi 2 mesi viene visualizzato su WordPress.com, mentre mercati come CodeCanyon fanno spesso uso di una sezione commenti.

Oltre al supporto dell’autore, ricontrolla che il plugin sia stato aggiornato recentemente. La maggior parte dei plug-in richiede l’aggiornamento periodico almeno quando escono nuove versioni di WordPress (ma tieni presente che per i plug-in gratuiti potrebbe semplicemente essere che il plug-in non richieda l’aggiornamento). Ciò è importante poiché i plug-in sono spesso un punto di accesso per malware e hacker che possono accedere a problemi di sicurezza noti nei plug-in. Un plug-in aggiornato dovrebbe aver risolto i problemi noti per proteggere te e il tuo sito Web (ma aiuta anche se impari di più in modo proattivo anche sulla sicurezza di WordPress). Quindi tieni d’occhio una sezione di log delle modifiche attiva.

Visualizza schermate e demo dei plug-in per vedere la funzionalità in azione. Una singola immagine o un sito di test live completo può mostrarti di cosa è veramente capace un plugin. Se vengono forniti screenshot assicurati di esaminarli tutti e se esiste un collegamento a un sito live, procedi e prova il plug-in in browser o dispositivi diversi. E ancora, se non sei sicuro che un plugin soddisfi o meno le tue esigenze, chiedi semplicemente all’autore.

L’ultimo bit da ricordare è che a volte un singolo plugin può coprire più di una funzione ed è fantastico. Prendi Jetpack per esempio: potrebbe avere la soluzione perfetta per le tue esigenze di CDN, aggiornamento automatico e condivisione sociale su un unico plug-in.

4. Altri suggerimenti per i plug-in

Se hai visto una funzione particolare su alcuni siti Web e vuoi farlo identificare il plugin utilizzato per installarlo sul tuo sito web, provalo con Controllo plugin di WordPress. Questo sito è in grado di rilevare se uno dei 50 plugin più popolari è installato su un sito Web basato su WordPress.

Se, dopo l’installazione a plugin non funziona sul tuo sito, prova a disattivare tutti gli altri plug-in sul sito per risolvere eventuali conflitti con altri plug-in. E poi decidi quale plug-in vuoi conservare e quale vuoi scartare.

Alcuni test opzionali che è possibile eseguire prima / dopo l’installazione di un plug-in includono:

  • Se hai ridotto l’elenco a due plug-in, ma non riesci a decidere tra di loro, puoi confrontare i plug-in utilizzando uno strumento di confronto.
  • Il Plug-in Query Monitor può essere usato per vedere se c’è un picco nelle query del database dopo l’installazione di un plugin.
  • Confronta la velocità del sito Web prima e dopo l’installazione del plug-in. Non sai come controllare la velocità del sito? Consulta il nostro articolo sul test delle prestazioni e della velocità di WordPress. Plugin con codice scadente rallenteranno il sito Web.
  • UN Test profilo prestazioni plug-in P3 può anche rivelare se il tuo plugin sta rallentando il tuo sito.
  • Vulnerabilità del plugin controllerà i plugin che hai installato e ti informerà di eventuali vulnerabilità sfruttate di frequente. Puoi anche scegliere di essere avvisato di qualsiasi vulnerabilità.

Un altro elemento da controllare è compatibilità cross-plugin. Nella maggior parte dei casi i plug-in di solito funzionano bene insieme ma non sempre, nel qual caso dovrai contattare gli autori per vedere se uno di loro aggiornerà il loro plugin per lavorare con l’altro. Oppure potresti considera i bundle di plugin offerto da terze parti come WPMU. Poiché questi plug-in provengono da un’unica fonte, è improbabile che si verifichino conflitti tra i plug-in e, in caso di problemi, è necessario rivolgersi a una sola fonte per il supporto.

Plugin WordPress per ogni sito Web

Con la nostra rapida lista di controllo dovresti essere in grado di affrontare il processo di ricerca dei plugin giusti per il tuo sito Web WordPress. Se vuoi una piccola guida per iniziare, ci sono alcune funzioni chiave che la maggior parte degli utenti di WordPress dovrebbe aggiungere tramite plugin. Ecco le nostre migliori scelte di plug-in che dovresti considerare di aggiungere al tuo sito WordPress per coprire tutte le tue basi:

1. Ottimizzazione dei motori di ricerca: WordPress SEO di Yoast è il plug-in per ottimizzare WordPress per le classifiche dei motori di ricerca. Leggi questo articolo per saperne di più su ciò che questo plugin può fare per il tuo sito web.

Yoast

2. Anti spam: Akismet è un plug-in anti-spam gratuito incluso per impostazione predefinita in WordPress. Devi solo attivarlo. WP Bruiser è un plugin premium che sta attirando l’attenzione della comunità di WordPress nel controllo dello spam.

Akismet

3. Memorizzazione nella cache: W3 cache totale è un plug-in gratuito che aiuta nella memorizzazione nella cache e migliora notevolmente la velocità del tuo sito. Può essere un po ‘tecnico per configurare questo plugin, ma WPExplorer ha una guida per questo plugin. Un’altra buona opzione è WP Rocket Caching Plugin, ma tieni presente che è consigliabile mantenere attivo un solo plug-in per volta.

W3 totale (2)

4. Sicurezza: Sucuri Security può aiutare a proteggere il tuo sito Web monitorandolo e rilevando malware. Puoi nascondere la tua versione di WordPress con Sucuri. È disponibile sia in versione gratuita che premium. Gli altri modi in cui puoi proteggere il tuo WordPress sono: Tentativi di accesso limitanti, o applicare l’autenticazione a due fattori.

Protezione antimalware per siti Web e WAF Firewall per siti Web Sucuri

5. Backup: VaultPress, e BackupBuddy sono entrambe buone opzioni premium per il backup di WordPress. Se è un plug-in gratuito che stai cercando, prova backupwordpress.

VaultPress

6. Multi funzionale: jetpack è un plug-in gratuito che raggruppa più funzioni insieme. Queste funzioni possono essere attivate in modo indipendente ed è possibile utilizzare questo plugin per l’ottimizzazione delle immagini, la modalità mobile, il monitoraggio del traffico e molte altre funzioni.

Plugin Jetpack

Altri plugin che potrebbero essere richiesti

A seconda della necessità del tuo sito Web per queste funzioni, questi plug-in potrebbero rivelarsi preziosi per te – Gravity Forms per la creazione di moduli avanzati, Optin Monster per la generazione di lead, Monarch Social Sharing per la condivisione social, MemberPress per creare l’iscrizione, WP Smush.it per l’ottimizzazione delle immagini e Controllo link interrotto per controllare i collegamenti interrotti.

Puoi anche consultare l’elenco dei 50 plug-in essenziali creati per te da WPExplorer. O semplicemente visita il nostro blog WordPress dove esaminiamo i plugin e forniamo guide di avvio anche per molti di loro.

Concludere…

Ora che hai una buona idea di come ordinare i plugin, puoi installarli in modo più sicuro sul tuo sito web. Rispetta le regole e molto probabilmente avrai un WordPress snello con plug-in superiori che abbelliscono il tuo sito Web e lo rendono un vero performer.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me