Il dilemma tra “carino” e facile da usare: come scegliere il tema WordPress perfetto

I giorni in cui è bastato avere un bel tema per distinguersi nella giungla web sono contati. La massiccia crescita di WordPress, con molti nuovi sviluppatori di talento che creano tonnellate di temi di bell’aspetto che consentono anche ai più analfabeti di design di creare un sito Web carino senza un budget enorme e senza dover passare innumerevoli ore a imparare il design, assicurato di quella.


Oggi, per fare colpo, il tema deve essere non solo facile da vedere, ma anche intuitivo da usare. La buona notizia è che non deve essere un compromesso. In molti casi, la facilità d’uso complimenta semplicemente un tema già bellissimo e rende la visita del tuo sito Web una gioia completa ad ogni livello.

Ma quando pensi alla facilità d’uso, è facile pensare che sia qualcosa di complesso e costoso riservato a siti Web più grandi, come Facebook e YouTube. Ma non deve essere così. La facilità d’uso può significare

Cosa rende un tema facile da usare?

A differenza della bellezza, se un tema è facile da usare non è qualcosa che decidi per un capriccio basato sulla tua preferenza estetica (che potrebbe essere diversa da quella del tuo pubblico). È qualcosa che decidi tenendo presente il tuo (futuro) pubblico.

Un tema è facile da usare se:

  • Mostra efficacemente i contenuti più importanti / pertinenti per il tuo pubblico.
  • Il design è pulito e intuitivo.
  • Lo stile del tema e le immagini sono pertinenti al tuo sito Web. (O al contrario, è abbastanza neutrale da consentire al contenuto di parlare da solo.)

È anche un vantaggio se il tema ha funzionalità che supportano ciò che si desidera fare con il sito Web in futuro. (Ciò consente di abilitare nuovi elementi, senza tempi di inattività significativi. E, naturalmente, qualsiasi tempo di inattività può essere un fastidio per il tuo pubblico dedicato.) In poche parole, se ti aiuta a comunicare ciò che vuoi comunicare in modo più efficace, un tema è facile da usare.

Ad esempio, l’utilizzo di un tema aziendale standard sul sito Web del tuo portfolio, se sei un fotografo, potrebbe inviare un messaggio sbagliato. (A meno che, naturalmente, i tuoi principali clienti siano tipi aziendali che si sentono maggiormente a casa quando un sito web ha persone sorridenti in giacca e cravatta come immagine di sfondo, allora direi che hai l’idea giusta.) Un esempio ancora più ovvio, è come probabilmente non dovresti usare un tema senza scopo di lucro sul tuo sito web sulle offerte di prodotti di design.

Ma ovviamente può essere più sottile di così. Nella maggior parte dei casi, è molto più sottile. Ad esempio, ci sono molti temi di portfolio che sembrano fantastici. Tra questi, direi che Daisho, Yin & Yang e il nostro tema Elegante elegante sono tutti ottimi esempi di temi di portfolio minimi (vedi di seguito).

Daisho (modalità Homepage)

Daishoportfoliotheme

Yin Yang

yinandyangportfoliotheme

Elegante

elegantportfoliotheme

A prima vista, sono simili su molti livelli. Semplicistico, pulito e bello. Ma non sono privi delle differenze cruciali. Yin & Yang consente una priorità più pesante sul contenuto visivo, ottimale per dire, un fotografo o un designer, ma non così ottimale per un copywriter. Al contrario, Daisho (in modalità homepage) consente una maggiore attenzione al testo, lo rende ideale per un prodotto o servizio che è più difficile da rappresentare puramente attraverso la grafica.

Il contenuto che rappresenta meglio ciò che fai dovrebbe essere la priorità. Che si tratti di un video, di un portfolio di immagini o della scrittura stessa. (Stesso principio per blog e altri siti Web.)

Quando si tratta di quanto sia pulito e intuitivo un tema, sarai costretto a fare una chiamata di giudizio. Come regola generale, vuoi che ci siano poche opzioni e distrazioni che potrebbero distogliere l’attenzione dal focus principale del tuo sito web. Se scopri che il tema ti invita a intraprendere le azioni che desideri che un visitatore compia … ad esempio, controlla un portfolio o leggi di più su un determinato servizio, allora potresti avere un custode.

In caso di dubbio: scegli un tema semplice e pulito

Se non sei ancora abbastanza sicuro dell’argomento, o potresti portare il sito web in una delle diverse direzioni in futuro, scegli qualcosa di pulito, semplice, neutro. In questo modo, puoi apportare piccole o addirittura monumentali modifiche all’argomento e al logo, ma continua a utilizzare lo stesso tema. (Rendere “ridisegna” incredibilmente indolore.)

Quando dico semplice, mi riferisco al design, non necessariamente alle capacità del tema. Per lo meno, dovrebbe essere ottimizzato per dispositivi mobili e Web, data la grande percentuale di utenti mobili di questi giorni. (Questo di solito viene definito reattivo. Un termine che si desidera cercare.) Se si desidera iniziare con un blog semplice, ma si desidera avere la possibilità di creare una pagina di servizio dall’aspetto accattivante in futuro, scegliere un tema che supporti entrambi fuori dalla mazza può farti venire il mal di testa, alcune ore, e forse anche un batuffolo di denaro, in futuro.

Ad esempio, potresti scegliere il nostro Total, che è reattivo, ha un bellissimo layout del blog, nonché un generatore di pagine per quando vuoi creare quelle landing page.

Ma potresti starti chiedendo perché dovresti scegliere qualcosa di semplice. Potresti aver notato che c’è qualcosa di boom del minimalismo in questi giorni quando si tratta di web design. I loghi si stanno semplificando. Oggetti e pulsanti 3D stanno tornando piatti. I grandi marchi implementano riprogettazioni di siti Web che ignorano le soluzioni artistiche e le fantasiose animazioni e si concentrano invece su semplicità e usabilità.

Forse è perché la ricerca è in corso, e dice più semplice = più bello alla maggior parte delle persone. Più un sito Web è complesso, meno attraente è per l’utente finale alla prima visita. (Ciò non significa che le persone non si opporranno al cambiamento durante una riprogettazione.)

Inoltre, limitarti a temi semplici può aiutarti a sceglierne uno tra le centinaia di migliaia che sono un po ‘più facili. E il tempo che risparmi può essere sfruttato meglio (come la creazione di contenuti per il tuo nuovo fantastico sito WordPress).

Verifica il tuo tema scelto?

Prima che tu decida finalmente di acquistare (o semplicemente installare) un tema, ci sono alcune cose che dovresti controllare prima di te

  • E ‘aggiornato?
  • Offre supporto attivo?
  • È privo di bug?
  • È una seccatura da affrontare?

Se stai utilizzando la directory di WordPress.org o il marketplace di Themeforest, puoi scoprire la maggior parte di queste cose e avere una buona padronanza delle altre, estremamente facilmente.

E ‘aggiornato?

Se il tuo tema non è aggiornato, potrebbe avere falle di sicurezza o non essere compatibile con l’ultima versione di WordPress. Quest’ultimo ti farà fatica a trovare plugin compatibili (o ti lascerà con versioni obsolete che hanno meno funzionalità o persino problemi di sicurezza). L’ultimo aggiornamento del tema è elencato a destra, sotto il pulsante “Anteprima” nella directory di WordPress.

dateupdatedwordpress

E un po ‘più in basso nella barra laterale destra di Themeforest.

dateUpdated

Se trovi il tema perfetto, e sembra che sia leggermente superato, cosa dovresti fare? Succede tutto il tempo. Uno sviluppatore / designer creerà un capolavoro sottovalutato e smetterà di prestargli attenzione perché non vale la pena dedicare del tempo a giocarci. E chi può biasimarli? Può essere allettante cercare un tema come questo. Soprattutto dal momento che non molti altri siti Web lo utilizzano.

Come regola generale, è una buona idea stare alla larga dai vecchi temi che non sono stati aggiornati da molto tempo. Prima di tutto, potrebbero non funzionare affatto con la versione più recente di WordPress. O forse solo alcune delle nuove funzioni non sono supportate. Ma in realtà, lo scenario peggiore è che funzioni, fino a quando il prossimo aggiornamento di WordPress lo renderà inutile e dovrai affrontare il cambiamento dei temi sul tuo sito attivo, oltre a trovarne uno nuovo.

Ma se sei davvero innamorato di un tema obsoleto, potresti dire: “Perché non utilizzare una versione precedente di WordPress con cui funziona?” E la mia risposta sarebbe di invitarti a Google “Correzioni di bug di WordPress” e ricordarti che anche la compatibilità con i plugin potrebbe diventare un problema. Salva te stesso il possibile mal di testa e stai lontano.

Offre supporto attivo?

Per WordPress.Org puoi ottenere una buona indicazione dai numeri sulla prima pagina che mostra quante richieste di supporto ricevono risposta, ma non è sempre una rappresentazione molto accurata. Alcuni ticket potrebbero essere duplicati o un problema dovuto all’installazione e non al tema stesso, oppure l’autore della minaccia potrebbe semplicemente dimenticare di contrassegnarlo come risolto dopo aver ricevuto assistenza.

Su Themeforest, dovresti controllare i commenti e rimanere alla ricerca di menzioni sul supporto nel testo del corpo. Nella pagina di vendita di Yin & Yang, ad esempio, in realtà viene menzionato un forum di supporto dedicato alla fine della copia.

È privo di bug?

In teoria, i temi nella directory di WordPress.org e nel marketplace di Themeforest dovrebbero essere privi di bug, poiché il codice del tema viene rivisto prima che sia consentita l’inclusione. Ma in pratica, a causa della capacità umana di errore (specialmente quando si tratta di persone sovraccariche che revisionano il codice), ci sono alcune eccezioni.

Un modo per avere un’impressione generale dell’integrità del tema è quello di esaminare diligentemente commenti e recensioni e vedere se c’è una menzione diretta di un bug problematico che non è stato risolto di conseguenza, potresti stare meglio evitando il tema del tutto (Se ci sono alcune menzioni di bug minori e l’autore risponde rapidamente e implementa le correzioni, questo di solito sarà un buon segno piuttosto che un cattivo …).

È una seccatura da affrontare?

Mentre i commenti / recensioni sono di nuovo una fonte di informazioni, consiglierei di cercare recensioni complete da parte di persone che sanno cosa stanno facendo. Ci sono alcuni motivi per questo. Prima di tutto può essere difficile giudicare l’alfabetizzazione tecnica di qualcuno con un commento / una recensione di una frase di tre frasi. Inoltre non dice nulla sulle aspettative che avevano. Ciò significa che brevi commenti di questo tipo possono essere fuorvianti. Se decidi di seguire rigorosamente i commenti o non ci sono recensioni, devi fare alcune chiamate di giudizio sull’alfabetizzazione tecnica del commentatore, sulle sue aspettative e se è simile o meno al tuo.

Se a questo punto ti stai preoccupando se valga la pena spendere così tanto sforzo su un tema, considera questo, il modo in cui il tuo sito web GUARDA è in realtà più importante per ogni prima impressione, rispetto al contenuto reale. Inoltre, più diligentemente lo fai ora, meno devi preoccupartene, e più sarai in grado di rimanere concentrato sulla scrittura, la progettazione o la fotografia. Se hai bisogno di ispirazione, puoi vedere alcuni dei nostri consigli sui temi qui.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map