Dovresti aggiungere abbonamenti a pagamento al tuo sito Web WordPress?

Dovresti aggiungere abbonamenti a pagamento al tuo sito Web WordPress?

Se hai blog per un po ‘, probabilmente hai provato a utilizzare gli annunci display per monetizzare il tuo blog. Tuttavia, l’utilizzo degli annunci display non è redditizio né facile come una volta. Secondo la ricerca, percentuali di clic per quanto riguarda gli annunci display sono in calo di recente. Se desideri un modo affidabile di monetizzare il tuo sito, l’utilizzo di contenuti a pagamento tramite abbonamenti a pagamento è una soluzione praticabile.


In questo articolo, parleremo del motivo per cui dovresti prendere in considerazione contenuti a pagamento, pro e contro della creazione di un’area “riservata ai membri” per i contenuti a pagamento e condividere suggerimenti su come semplificare il processo di transizione.

Che cos’è il contenuto a pagamento e perché considerarlo

I contenuti a pagamento sono tutti i contenuti collocati dietro un paywall, in una “area riservata” del tuo sito. Può essere articoli extra, cartelle di lavoro scaricabili, modelli, liste di controllo, audio, video o qualsiasi altro tipo di contenuto che aggiunge valore aggiunto ai tuoi lettori. Puoi anche usarlo insieme alla creazione di un elenco di e-mail e promuoverlo tramite pagine di compressione, popup di intenti di uscita e altre strategie di marketing orientate alla conversione che potresti già fare.

Se fatto bene, le iscrizioni a pagamento possono aiutarti a distinguerti dal resto del tuo settore, monetizzare il tuo sito o aggiungere un’altra fonte di entrate. Può anche aiutarti a stimolare un maggiore coinvolgimento sul tuo sito, consentendoti al contempo di costruire relazioni migliori con i tuoi clienti. Discutiamo i vantaggi più in profondità di seguito.

Puoi offrire contenuti esclusivi ai tuoi lettori

L’aggiunta di una sezione di contenuti a pagamento per i membri ti consente di offrire ai tuoi lettori esistenti contenuti esclusivi che complimentano ciò che è già lì. Dà ai tuoi contenuti esistenti un valore percepito meglio e puoi usare qualsiasi cosa, da diversi mezzi come audio e video, a semplici liste di controllo o modelli.

Aggiunge un’altra fonte di entrate

Se vendi già prodotti o servizi, un’area di contenuti a pagamento aggiunge un altro flusso di entrate su base ricorrente. Puoi addebitare l’accesso per un programma mensile, annuale o addirittura trimestrale o creare abbonamenti a pagamento diversi che danno accesso a diversi tipi di contenuti.

Favorisce il coinvolgimento e favorisce le relazioni.

Avere un’area riservata ai membri riporta i lettori al tuo sito in modo che possano accedere al contenuto non appena viene rilasciato. Se associ l’area del tuo membro a un plug-in come bbPress vs BuddyPress, puoi coinvolgere i tuoi membri nelle discussioni e consentire loro non solo di interagire con te ma anche con altri membri.

Quali sono gli svantaggi degli abbonamenti a pagamento?

Non vi è dubbio che l’aggiunta di abbonamenti a pagamento con solo membri esclusivi può essere vantaggiosa per il tuo sito. Tuttavia, ci sono alcuni aspetti negativi che devi considerare prima di saltare.

Lo sviluppo di contenuti extra può richiedere molto tempo

Se prevedi di offrire un’area di contenuti a pagamento come bonus per contenuti liberamente disponibili, tieni presente che dovrai dedicare parte del tuo tempo per produrre e sviluppare contenuti extra. Come blogger e titolari di aziende, siamo già a corto di tempo, quindi se non puoi dedicare un po ‘di tempo al tuo programma per lavorare su più contenuti, questa soluzione potrebbe non essere adatta a te.

I contenuti a pagamento possono svolgere un ruolo nel tuo ranking SEO

Se fatto in fretta, mettere tutti i tuoi contenuti dietro un paywall può influenzare negativamente il tuo SEO. Se tutti i tuoi contenuti a pagamento sono impostati su noindex, Google non avrà interesse a inviare persone al tuo sito. Un modo semplice per porre rimedio a questo è offrire estratti del contenuto prima di proteggere il resto del contenuto e garantire che entrambi i motori di ricerca possano essere indicizzati.

L’area riservata ai membri richiede una manutenzione extra

Infine, tieni presente che un’area riservata ai membri richiederà ulteriore manutenzione. È un altro plug-in da aggiornare e assicurarsi che funzioni correttamente con altri plug-in già presenti sul tuo sito. Dovrai anche assicurarti che i contenuti a pagamento non possano essere accessibili o abusati da utenti non registrati che potrebbero richiedere alcuni passaggi di sicurezza aggiuntivi.

4 suggerimenti per la transizione al contenuto a pagamento

Aggiorna WordPress

Se hai stabilito che il passaggio a contenuti a pagamento è la scelta giusta per il tuo sito, ecco alcuni suggerimenti per rendere il processo un’esperienza piacevole sia per te che per i tuoi lettori.

1. Dai ai tuoi lettori un sacco di preavviso

Prima di effettuare un cambio improvviso, assicurati di spiegare ai tuoi lettori perché hai deciso di addebitare per accedere a contenuti aggiuntivi con largo anticipo. Dai loro una sbirciata di ciò che possono aspettarsi e passare gradualmente al contenuto a pagamento. Dare loro preavviso in anticipo consente loro di comprendere il tuo ragionamento e porre qualsiasi domanda che possa aiutarli a decidere se vogliono investire nel tuo contenuto a pagamento.

2. Mantieni alcuni dei tuoi contenuti gratuiti

Prendi in considerazione l’idea di mantenere liberi alcuni dei tuoi contenuti in modo che i nuovi visitatori possano familiarizzare con il tuo marchio prima di registrarti per accedere ai contenuti a pagamento. Puoi anche utilizzare i contenuti gratuiti per indirizzare il traffico verso il tuo sito e promuovere quello a pagamento.

3. Sii pronto ad aiutare i tuoi utenti

Quando introduci abbonamenti a pagamento, assicurati che i tuoi membri conoscano i termini di pagamento, le politiche di cancellazione e come possano contattarti. Prendi in considerazione la possibilità di creare una pagina di domande frequenti in cui possano ottenere risposte immediate o aggiungere un plug-in di Live Chat nella pagina di registrazione.

4. Scegli il plugin giusto

Infine, assicurati di scegliere il plug-in giusto per proteggere i tuoi contenuti a pagamento. Non mancano i plugin di appartenenza a WordPress che possono gestirlo per te, ma assicurati che abbiano le funzionalità di cui hai bisogno. Ecco alcune funzionalità da cercare:

  • La possibilità di visualizzare statistiche sulle entrate – questo ti aiuterà a misurare il successo del tuo sito di appartenenza e quali contenuti o piani hanno le migliori prestazioni in modo da poter pianificare di aggiungerne altri in futuro
  • Diversi metodi di pagamento – una delle peggiori cose che potresti fare è offrire un unico metodo di pagamento. Le persone sono molto protettive con le loro informazioni finanziarie, quindi assicurati di offrire diversi metodi di pagamento in modo che possano scegliere quello con cui si sentono più a loro agio
  • Prezzi flessibili – se hai appena iniziato, scegli un plug-in in grado di supportare l’area dei tuoi membri mentre continua a crescere, anziché investire immediatamente nel piano più costoso. Ciò consentirà di risparmiare denaro nel lungo periodo e adeguarsi di conseguenza.
  • SEO-friendly – scegli un plug-in che non maschererà o maschererà i tuoi contenuti per i motori di ricerca pur consentendo ai non abbonati di vedere un’anteprima dei contenuti.
  • Opzioni di personalizzazione – assicurati di scegliere un plug-in che si integri perfettamente con il tuo sito Web e mantenga il riconoscimento del marchio in modo che i tuoi lettori possano riconoscere la sezione dei contenuti a pagamento come area del tuo sito Web.
  • La capacità di gestire entrate e rimborsi – gestire i pagamenti non è facile, quindi optare per un plug-in che consente non solo di riscuotere pagamenti, ma anche di inviare ricevute ai propri utenti. Assicurati di poter emettere rimborsi se necessario o di annullare facilmente l’abbonamento di qualcuno e di controllare l’accesso per tutti i tuoi membri.

Non sei ancora sicuro di quale plugin utilizzare? Ecco i nostri migliori consigli per aggiungere abbonamenti a pagamento al tuo sito Web WordPress.

Limitare Content Pro per WordPress

Limitare Content Pro è uno dei migliori plugin di appartenenza disponibili. Imposta semplici abbonamenti e abbonamenti gratuiti o a pagamento, monitora utenti e rinnovi con report integrati o aggiungi altre funzionalità con componenti aggiuntivi per la creazione di moduli, BuddyPress, sistema di gestione affiliati AffiliateWP, e-commerce Easy Digital Download, Campaign Monitor, bbPress e altro Leggi la nostra recensione Limita contenuto Pro per saperne di più.

Plugin di appartenenza a WordPress per membri

Informazioni e download Visualizza la demo

La nostra seconda raccomandazione è MemberPress – un plug-in completo per l’iscrizione al sito Web e la gestione delle sottoscrizioni. MemberPress è veloce e facile da configurare. Basta installare, aggiungere piani o livelli di abbonamento, selezionare i gateway di pagamento e aggiungere i collegamenti di registrazione / accesso al sito. Il plug-in include anche l’integrazione della posta elettronica, impostazioni coupon o sconto, analisi integrate e altro. Non ancora venduto? Scopri quanto è facile da usare nella nostra recensione su MemberPress.

Scarica l'abbonamento e la restrizione dei contenuti - Abbonamenti a pagamento

E duriamo fino – Iscrizioni ai membri a pagamento Pro è un’altra opzione. Questo plugin offre un modo rapido per accettare pagamenti, creare piani di abbonamento, aggiungere un paywall a contenuti premium e altro ancora. Inoltre la compatibilità con WooCommerce, codici brevi facili da usare e report integrati rendono questo plugin un’ottima scelta. C’è un versione gratuita disponibile che puoi utilizzare per testare le acque, oppure puoi (come le altre opzioni che abbiamo menzionato) dare un’occhiata alla nostra recensione sugli abbonamenti dei membri a pagamento per visualizzare altre funzionalità dei plug-in.

Ma questa è solo la punta dell’iceberg del plugin di appartenenza. Ce ne sono tantissimi Plugin di appartenenza a WordPress, prenditi il ​​tuo tempo per leggere le funzionalità, le compatibilità dei plug-in (poiché vorrai che funzioni con tutti i plug-in che hai attualmente installato sul tuo sito WordPress) e, soprattutto, le recensioni dei clienti recenti per ognuno di trovare il plug-in giusto per te.


L’aggiunta di contenuti a pagamento al tuo sito è un ottimo modo per coinvolgere i tuoi lettori e monetizzare i tuoi contenuti. Tuttavia, richiede un po ‘di manutenzione extra e investimenti in termini di tempo per renderlo utile. Utilizza i suggerimenti in questo articolo per aiutarti a decidere se è necessario passare all’utilizzo di contenuti a pagamento.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map