Che cos’è Markdown per WordPress? E perché dovresti preoccuparti?

Markdown per WordPress

Se hai mai usato scorciatoie, o anche la scheda Visual, quando scrivevi post sul blog, sai quanto è facile convertire un testo semplice in HTML tramite WordPress. Molto probabilmente il blogger medio sfrutta la scheda di modifica visiva, ma sapevi che esiste un modo potenzialmente più veloce per estrarre i post del blog pur mantenendo la stessa splendida formattazione?


Si chiama markdown e ha guadagnato un po ‘di popolarità tra le persone che sono disposte a imparare alcune semplici scorciatoie mentre scrivono con un semplice testo.

L’idea è quella di dimenticare completamente il mouse, tenendo le mani sulla tastiera e accelerando il processo di scrittura e formattazione. Lo scrittore vede solo testo normale, ma con bit di sintassi viene immediatamente convertito in HTML quando viene pubblicato. La parte interessante è che non devi pensare a nessuna codifica complicata e anche i pulsanti di formattazione di base nell’editor di WordPress possono essere lasciati soli.

Che cos’è Markdown per WordPress?

In particolare, markdown per WordPress è una sintassi di formattazione creata da John Gruber e Aaron Swartz nel lontano 2004.

Markdown è diventato più di quanto i suoi creatori non avrebbero mai potuto aspettarsi, dal momento che vediamo forme di markdown originale in diversi software e strumenti di creazione di contenuti. ad esempio, potresti notare una forma di markdown nel tuo nuovo software di editing o in un editor di testo di base.

Markdown funziona sostituendo il codice HTML più complicato, rendendo il processo più semplice per i non programmatori.

Ad esempio, se si desidera inserire un’intestazione, non è necessario fare clic sul menu a discesa Intestazione. E non avresti bisogno di digitare qualcosa di simile al seguente:

Questa è la mia intestazione di esempio

Invece, tutto ciò che dovresti fare è digitare un segno di tre sterline prima del testo per ottenere lo stesso risultato. Proprio come la seguente riga:

### Questo è il mio esempio di intestazione

Diamo un’occhiata a un esempio più ampio per dimostrare elementi come elenchi, testo in grassetto e collegamenti:

### Questo è il mio esempio di intestazione

Ora scriverò un nuovo paragrafo. Scrivere frasi regolari è esattamente lo stesso, ma voglio anche che questa parola sia ** grassetto **.

Quindi, voglio creare un elenco:

* Elenco articolo n. 1
* Elenco articolo n. 2
* Elenco articolo n. 3

Oh sì, e vorrei includere un [link] (http://www.wpexplorer.com).

Gli hashtag, le parentesi e gli asterischi sembreranno confusi in questo momento, ma c’è un elenco di riferimento di queste scorciatoie in modo da poterle imparare in pochissimo tempo.

Quegli asterischi e altri elementi hanno lo scopo di sostituire completamente la codifica HTML, pur offrendo lo stesso risultato esatto.

Ad esempio, il bit di testo sopra riportato restituisce la stessa formattazione del seguente HTML:

Questa è la mia intestazione di esempio

Ora scriverò un nuovo paragrafo. Scrivere frasi regolari è esattamente lo stesso, ma voglio anche che questa parola sia grassetto.

Quindi, voglio creare un elenco:

  • Elenco articolo n. 1
  • Elenco articolo n. 2
  • Elenco articolo n. 3

Oh sì, e vorrei includere un link.

L’HTML sembra molto più complicato, giusto? Bene, con un po ‘di pratica diventa così. Dopotutto, digitare asterischi prima di ogni elemento dell’elenco diventa più facile per la maggior parte delle persone rispetto al

  • prima di una voce di elenco, quindi la parentesi di chiusura dietro l’elemento.

    Nel complesso, nel corso degli anni sono stati aggiunti numerosi elementi di markdown per imitare quelli dell’HTML.

    La tua guida alla formazione Markdown

    Come apprendi quali elementi markdown usare al posto degli elementi HTML comuni?

    WordPress ha un guida completa al markdown proprio qui.

    La parte interessante è che puoi trattarli come normali scorciatoie da computer, ricordando quelli che prevedi di utilizzare e dimenticandoti degli elementi che non sono pertinenti.

    In che modo Markdown per WordPress avvantaggia i blogger?

    I blogger sono in due diverse categorie: quelli che usano il mouse per fare clic sui pulsanti dell’editor e quelli che scrivono tutto in HTML.

    La maggior parte dei blogger non sono esperti di HTML, quindi il primo gruppo sembra più probabile. Tuttavia, entrambi i gruppi perdono tempo in qualche modo.

    Markdown ha lo scopo di tenere le mani sulla tastiera, migliorando la concentrazione e accelerando il processo di creazione dei post sul blog. Non solo, ma il markdown non è così difficile da imparare finché scegli gli elementi che usi di più.

    Ad esempio, alcuni blog hanno numerosi collegamenti in ogni post. In tal caso, il markdown dei “link incorporati” sembra buono da ricordare:

    A [link] (http://example.com "Titolo").

    Altri blog possono inserire blockquotes in tutti i post, rendendo piuttosto importanti gli elementi di markdown dei blockquotes:

    > Testo tra virgolette.
    >> Citazione citata.

    Nel complesso, è una questione di preferenza. Ma il markdown per WordPress è simile alle scorciatoie di Excel per banchieri e commercialisti. Una volta appreso, è difficile immaginare la vita senza di loro.

    Attivazione del markdown sul tuo sito WordPress

    Ad un certo punto è possibile attivare il markdown direttamente attraverso le schede Impostazioni e Scrittura in WordPress. Tuttavia, gli aggiornamenti di WordPress più recenti hanno incluso alcuni degli elementi di markdown senza alcuna attivazione da parte tua. Ad esempio, se provi alcuni esempi di markdown nella tua dashboard (quindi premi Invio) abbastanza spesso il markdown viene avviato e vedrai la formattazione corretta.

    Per tutto ciò che è stato lasciato fuori, dovrai attivare un plugin che supporti il ​​markdown.

    Fortunatamente sono disponibili diversi plug-in gratuiti. Alcuni dei nostri preferiti includono:

    Jetpack è il più promettente, perché alcuni degli altri non sono aggiornati (a causa del fatto che WordPress ha incluso così tanti elementi di markdown con gli aggiornamenti recenti).

    Con Jetpack devi installare il plugin, quindi vai a Impostazioni> Scrittura> Composizione.

    Lì troverai un pulsante che ti chiede di attivare la sintassi del markdown del testo in chiaro.

    Collegamenti Markdown Tutti gli utenti di WordPress dovrebbero sapere

    Poiché il markdown si è evoluto così tanto, gli utenti medi di WordPress non hanno bisogno di conoscere ogni scorciatoia. Pertanto, abbiamo messo insieme un elenco delle scorciatoie di markdown che dovresti ricordare come blogger di WordPress:

    intestazioni

    # Intestazione 1
    Intestazione 2
    ### Intestazione 3
    #### Intestazione 4
    ##### Intestazione 5
    ###### Intestazione 6

    Corsivo e grassetto

    * Il corsivo presenta asterischi su entrambi i lati *
    ** Il testo in grassetto ha due **

    Collegamenti in linea

    A [link] (http://example.com "Titolo").

    Immagini all’interno del tuo post

    ![Testo alternativo] (/ nomefile.png "Titolo")

    Qui tratteresti un testo e un titolo alt pertinenti. Quindi sarebbe necessario un nome file accurato.

    Un elenco di proiettili

    * Articolo
    * Articolo
    - Articolo
    - Articolo

    Sia gli asterischi che i trattini funzionano bene quando si costruisce un elenco puntato.

    Un elenco numerato

    Questo non è davvero diverso dalla creazione di un elenco in un elaboratore di testi:

    1. Articolo
    2. Articolo

    Elenchi misti

    1. Articolo
    2. Articolo
    * Misto
    * Misto
    3. Articolo

    Il risultato:

    1. Articolo
    2. Articolo
      •  Misto
      • Misto
    3. Articolo

    Blockquotes standard

    > Il testo citato va qui.

    Dovresti prendere in considerazione l’apprendimento del markdown per WordPress per il tuo blog?

    La risposta a questa domanda dipende interamente da te, ma come abbiamo già detto sopra, il markdown per WordPress è destinato a semplificare la scrittura per l’utente medio. Simile alle scorciatoie standard del browser e del software, sono necessari alcuni minuti per apprendere le scorciatoie di markdown. Successivamente, potrebbe essere necessario aggiungere un segnalibro al foglio di riferimento per un aggiornamento a volte.

    È rinfrescante quando inizi a imparare gli elementi di markdown più comuni, perché creerai i post del tuo blog più velocemente e ti sentirai un lavoratore più professionale nel processo.

    Se hai domande sul markdown per WordPress, faccelo sapere nei commenti qui sotto!

  • Jeffrey Wilson Administrator
    Sorry! The Author has not filled his profile.
    follow me
      Like this post? Please share to your friends:
      Adblock
      detector
      map