5 modifiche rapide per aumentare le conversioni del blog

5 modifiche rapide per aumentare le conversioni del blog

Ci sono molte cose grandiose nel fare soldi online, ma uno di questi è il fatto che puoi fissare obiettivi quantificabili e misurarli con un grande grado di accuratezza. Ad esempio, se desideri ridurre la frequenza di rimbalzo del 5%, implementa solo le misure che ritieni possano essere d’aiuto. Utilizza un servizio come Google Analytics per monitorare l’effetto, quindi risciacqua e ripeti.


Una volta che hai un pubblico consolidato o una base clienti (anche relativamente piccola), le opportunità di modificare il tuo blog per aumentare le conversioni e le entrate sono quasi illimitate. Spesso puoi ottenere di più con lo stesso sforzo modificando ciò che hai già invece di cercare nuovi visitatori.

Questo è qualcosa che ho iniziato a prendere sul serio negli ultimi mesi, poiché ho modificato il mio blog per aumentare le conversioni e, in definitiva, i miei profitti. In questo post voglio condividere con te alcune modifiche estremamente rapide e facili che puoi fare per aumentare il tuo successo nel blog.

L’importanza del monitoraggio

Prima di iniziare, devo dichiarare quanto sia importante disporre di un mezzo accurato per tenere traccia di tutte le metriche rilevanti per le modifiche apportate.

Ad esempio, se intendi implementare una modifica che speri aumenti la tua quota di iscrizione alla newsletter, vorrai conoscere il numero di nuovi abbonati che attiri su base periodica. Tuttavia, lo sei anche vorrà conoscere il numero di visitatori del tuo blog nello stesso periodo in modo da poter produrre il tuo tasso di conversione in percentuale di tali visitatori. Un aumento degli abbonati e-mail non significa necessariamente che il tuo tweak abbia funzionato – potrebbe essere solo che hai attirato più visitatori.

Per aiutarti in questo senso, concluderò ogni modifica con raccomandazioni per le metriche che dovresti tenere traccia.

Prendilo un po ‘per volta

E solo un’altra cosa prima di passare alle cose buone – assicurati di implementare e tracciare solo una modifica alla volta. Se si implementano più modifiche contemporaneamente, gli effetti positivi (o negativi) possono “contaminare in modo incrociato” e non si ha idea di quale modifica abbia ottenuto quale risultato.

La velocità con cui puoi ottenere risultati conclusivi dipende davvero da quanto traffico ottieni sul tuo blog. Puoi scegliere di eseguire un esperimento a settimana o forse uno al mese se non ricevi molto traffico. Gioca a orecchio e vedi come va il tuo primo tweak.

Va bene, questo è abbastanza dei preliminari – passiamo a quelle modifiche!

1. Aumenta il numero di post sul blog sulla tua prima pagina

Sembra piuttosto noioso, vero? Quale possibile differenza questo farà sulle conversioni o sul reddito? Bene, in termini di sforzo per implementare questo tweak contro il potenziale beneficio, in realtà una grande differenza.

Prima di tutto, non dimentichiamo che aumentare o ridurre il numero di post di blog nella home page è semplice se il tuo blog è la tua prima pagina. Questo può essere fatto in circa 5 secondi navigando verso Impostazioni> Generale nella dashboard di WordPress:

Aumenta il numero di post di blog sulla tua prima pagina

Se stai utilizzando un builder di pagine per la tua home page, la modifica del conteggio dei blog dipenderà dal builder che stai utilizzando. Ad esempio, se stai utilizzando il tema Totale (che include il builder di pagine visive di WPBakery), dovrai modificare il conteggio dei post nella scheda “Query” per la tua griglia:

Aumenta il numero di post di blog sulla tua prima pagina con il tuo costruttore

È probabilmente la modifica più veloce che tu abbia mai fatto. Ora parliamo dei potenziali benefici.

Ci sono argomenti in entrambi i modi quando si tratta di quanti post sul blog dovresti avere sulla tua prima pagina. Alcune persone direbbero che dovresti avere un numero maggiore (diciamo 10) perché ciò offre ai lettori l’opportunità di navigare attraverso più dei tuoi post senza dover fare clic su un’altra pagina. Altri direbbero che meno post sul blog significano meno tempo di caricamento (e sappiamo tutti quanto sia importante accelerare WordPress), il che significa visitatori più felici. Esiste un’enorme quantità di dati convincenti a sostegno di questo secondo argomento.

Come per la maggior parte dei problemi di questa natura, la chiave è riconoscere entrambe le parti dell’argomento e quindi sottoporsi al test. Se hai solo 5 post sul blog nella tua home page, prova 10 e viceversa. Forse prova ancora di più o di meno a seconda di quanto ti senti avventuroso.

Metriche (solo prima pagina): frequenza di rimbalzo, tempo sul sito, pagine per visita e durata media della visita

2. Utilizzare estratti manuali

Questo suggerimento segue direttamente quello precedente e può forse alleviare eventuali timori di tempi di caricamento dei mammut. Soprattutto se hai intenzione di includere molti post di blog nella tua home page.

Quando si tratta di visualizzare post in forma di archivio (ad es. Sulla tua homepage o una pagina di categoria), ci sono generalmente tre modi per farlo:

  1. Visualizza l’intero post
  2. Visualizza un estratto determinato automaticamente (ad es. 100 caratteri)
  3. Visualizza un estratto creato manualmente

Personalmente sono un fan dell’opzione tre. Ciò consente al visitatore di leggere una rapida panoramica di ciascuno dei post sulla tua home page senza dover approfondire il contenuto completo a meno che non lo desideri. Penso che sia il compromesso perfetto.

La maggior parte dei buoni temi ti consente di aggiungere estratti manuali in due modi.

WordPress Leggi di più Tag

Innanzitutto, puoi aggiungere il tag “Leggi di più” (Alt + Maiusc + T) nel punto del tuo post in cui desideri che l’estratto venga terminato.

Estratto di WordPress Metabox

Oppure incolla il tuo estratto personalizzato nella meta box “Estratto” nella schermata Modifica post.

Metriche (solo pagine home / archivio): frequenza di rimbalzo, tempo sul sito, pagine per visita e durata media della visita

3. Rendi il tuo CTA primario più prominente

Nel caso ti stia chiedendo, un CTA sta per “Call To Action” – un elemento che incoraggia i visitatori a svolgere l’azione desiderata. Questo potrebbe essere quello di iscriverti alla tua newsletter, acquistare il tuo prodotto informativo o qualcos’altro.

Mentre potresti avere più CTA sul tuo blog (anche se si spera non così tanti da essere travolgenti), dovresti averne uno che è più importante del resto. Per molti questo è il modulo di iscrizione via email. Quel CTA “primario” dovrebbe essere il più importante possibile. In caso contrario, modificarlo in modo che sia. I suggerimenti includono:

  • Rendendolo l’elemento più colorato della pagina
  • Muovendolo Sopra la piega (che può risultare enorme aumenta il click-through)
  • Posizionandolo nella parte superiore della barra laterale
  • Posizionandolo sopra il contenuto principale
  • Spostandolo in un popup

Quindi scegli uno dei precedenti (ricorda – non più di uno!) E prova i risultati. Potresti ricevere una piacevole sorpresa.

Metriche (su tutte le pagine in cui appare il CTA): il risultato CTA desiderato (ad esempio un nuovo abbonato), i visitatori totali del tuo blog e il primo diviso per il secondo (per darti il ​​tasso di conversione percentuale)

4. Aggiungi un link di spicco alla tua “pagina di denaro” principale

Probabilmente c’è una pagina particolare sul tuo blog che genera più entrate (direttamente o indirettamente) di qualsiasi altra. Potrebbe essere qualcosa di simile a una pagina “Risorse”. O forse un prodotto. Qualunque cosa sia, dovresti renderla facilmente accessibile ai tuoi visitatori. Poiché potrebbe non avere senso aggiungere al menu principale, puoi aggiungere un link ben visibile nella barra laterale, nel piè di pagina o eventualmente nell’intestazione (a seconda dell’aspetto del tuo sito). In questo modo il tuo link apparirà nelle pagine più possibili.

Per prominente intendo davvero grafico. Non dovrebbe essere solo un altro link di testo: dovrebbe distinguersi nello stesso modo dei tuoi CTA (perché è essenzialmente un CTA come un altro).

Un buon esempio di ciò è la barra di richiamo che WPExplorer utilizza nella parte superiore della pagina:

Barra di richiamo principale di WPExplorer

Si distingue chiaramente rispetto ad altri collegamenti nella pagina o nel menu.

Metrica: visite alla pagina dei soldi, visitatori totali del tuo blog e il primo diviso per il secondo (per darti la percentuale di clic)

5. Aumentare la priorità della condivisione sociale

Spero che tu abbia almeno un plugin di social sharing sul tuo blog. Ma in effetti c’è molto di più che puoi fare per indirizzare i referral sociali sul tuo blog.

Il semplice fatto è che molte persone non saranno così preoccupate di condividere i tuoi contenuti a meno che tu non li renda davvero semplici (e allettanti) per loro. Devi far valere la pena.

Esistono diversi modi in cui puoi farlo, ma qui ci sono due semplici.

Aggiungi questo plugin di condivisione social

Prova i pulsanti di condivisione mobili. Un buon plugin sono i pulsanti di condivisione WordPress di AddThis. È facile da installare e supporta oltre 200 canali di social media. I visitatori del tuo sito avranno molte opzioni di condivisione con AddThis.

Post sul blog Social Share

Oppure includi i pulsanti di condivisione nella parte superiore e / o inferiore di ciascun post. A seconda del tema di WordPress, questa opzione potrebbe essere integrata. Ad esempio, con il tema di WordPress totale su cui ti troverai Aspetto> Personalizza> Blog> Post singolo e usa gli “Elementi di layout singolo” per abilitare il modulo Social Share. Quindi trascinalo e rilascialo dove vuoi. Che sia prima dell’immagine in primo piano o dopo il contenuto principale. In alternativa, questa funzione è inclusa anche in Plug-in JetPack – devi semplicemente abilitarlo da Jetpack> Impostazioni> Condivisione.

Puoi scoprire di più su queste tattiche in un recente post che ho fatto sul traffico del tuo blog da Twitter. Inizia a implementare queste modifiche (e qualsiasi altra cosa che la tua immaginazione può evocare) e analizza i risultati.

Metrica: numero di referral dei social media sul tuo blog, visitatori totali del tuo blog e il primo diviso per il secondo (ovvero la percentuale di visitatori del social sul tuo blog aumenta a causa del tuo tweak?)

Graffiare la superficie

In questo post ho presentato una manciata di semplici modifiche che puoi apportare per aumentare le conversioni sul blog. Ma il fatto è che ce ne sono molti altri là fuori. Ad esempio, non ho nemmeno menzionato strumenti di test divisi, che è probabilmente la forma più efficace di modifica che puoi fare. L’ottimizzazione del tuo blog dovrebbe essere un processo perpetuo e le modifiche sopra dovrebbero essere solo l’inizio.

Con questo in mente, mi piacerebbe sapere se hai qualche tuo suggerimento per l’implementazione di modifiche sul tuo sito che può aumentare conversioni e entrate. In tal caso, ti preghiamo di condividere con noi nella sezione commenti qui sotto!

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map