10 cose da sapere sull’uso dei plugin di WordPress

10 cose che dovresti sapere sull'uso dei plugin di WordPress

Cosa sarebbe WordPress senza plugin? La nostra capacità di estendere il sistema di gestione dei contenuti preferito al mondo in un modo quasi illimitato è ciò che rende WordPress così eccezionale. Con quasi 25.000 plugin disponibili su WordPress.org da solo, il cielo è davvero il limite.


Ma con una grande potenza derivano grandi responsabilità ed è un fatto sfortunato che l’uso dei plugin di WordPress possa avere effetti collaterali sgradevoli se non stai troppo attento. Con questo in mente, in questo post voglio coprire le cose più importanti da tenere a mente quando si utilizzano i plugin WordPress sul proprio sito WordPress in modo da poter godere di tutte le funzionalità extra ed evitare le insidie.

1. Aggiorna i tuoi plugin

http://www.wpexplorer.com/essential-wordpress-plugins/

Questo è un po ‘un gioco da ragazzi, ma va menzionato nell’interesse della completezza: mantenere aggiornati i plugin è assolutamente vitale per la sicurezza e la funzionalità del tuo blog. I plug-in obsoleti sono obiettivi principali per chi è alla ricerca di punti deboli di sicurezza e possono anche rompersi quando vengono rilasciate versioni più recenti di WordPress e altri plug-in.

Non solo dovresti aggiornare regolarmente i tuoi plug-in, ma dovresti anche controllarli periodicamente per assicurarti che siano stati aggiornati di recente. Dovresti prendere in seria considerazione la rimozione di plug-in che non sono stati aggiornati per un lungo periodo di tempo (come regola generale, ad esempio, un anno).

Idealmente dovresti aggiornare regolarmente i tuoi plugin (Nota: Non vuoi dimenticare? Potresti provare il Easy Updates Manager per automatizzare gli aggiornamenti di plugin, temi e principali / minori di WordPress).

2. Tieni aggiornati i plugin disattivati ​​o eliminali

Ciò deriva direttamente dal mio punto precedente: anche se un plugin non è attivo sul tuo sito, devi assicurarti che sia ancora aggiornato. Un plug-in disattivato è ancora “attivo” sul tuo sito, nel senso che potrebbe essere sfruttato come un punto debole della sicurezza. Per inciso, lo stesso si può dire per i temi, quindi il mio consiglio si applica anche lì.

Ad essere sincero, se un plug-in non è attivo sul tuo sito e non hai intenzione di utilizzarlo in futuro, il mio consiglio sarebbe di rimuoverlo. L’ultima cosa che vuoi è che il tuo sito diventi un cimitero di plugin inutilizzati – è utile mantenere le cose pulite e in ordine.

3. Disattiva i plug-in back-end quando non sono in uso

Disattiva i plug-in back-end quando non in uso

La maggior parte dei plug-in mette a dura prova le risorse del tuo sito, anche se tale tensione è solo lieve. Pertanto, si consiglia di attivare i plug-in back-end solo quando sono necessari.

Prendiamo ad esempio il Plugin di ripristino del database di WordPress. Questo fantastico piccolo plug-in semplifica il ripristino di WordPress riportando tutto o parti del database di WordPress al loro stato originale predefinito. Tuttavia, il plug-in di ripristino del database di WordPress deve essere attivo solo quando si esegue il ripristino: può essere disattivato in qualsiasi altro momento.

In breve, ogni singolo plug-in attivo sul tuo sito dovrebbe essere utilizzato dal tuo sito. In caso contrario, disattivarlo.

4. Il numero di plugin non è importante

Per dirla in parole povere, un plugin è semplicemente un codice aggiuntivo che viene implementato sul tuo sito. In una certa misura potresti aggiungere lo stesso codice all’interno del tuo file Functions.php e ottenere lo stesso effetto.

Pertanto, il numero di plugin che hai installato e attivato sul tuo sito non è necessariamente un grosso problema. Il problema principale è quanto i tuoi plugin siano ben codificati e dispendiosi in termini di risorse.

Lasciatemi dire così: sarebbe molto meglio per te avere cinque plugin leggeri e perfettamente codificati installati sul tuo sito rispetto a un plugin gonfio, ad alta intensità di risorse e vulnerabile. In realtà dovresti essere più preoccupato che cosa plugin che stai installando anziché quanti.

5. Il numero di plugin È Importante

Detto questo, c’è un motivo per cui il numero di plugin che hai installato sul tuo sito può essere un problema: i conflitti.

Teoricamente parlando, più plugin hai sul tuo sito, più è probabile che tu ne trovi uno in conflitto con un altro. Avere a che fare con conflitti di plugin è un problema che gli sviluppatori affrontano costantemente in quanto esiste un numero quasi infinito di combinazioni di installazione in tutte le installazioni di WordPress. La maggior parte dei blog di WordPress è completamente unica in termini di combinazione di plugin installati.

Quindi, anche se dovresti essere consapevole della qualità dei plugin che usi, dovresti anche tenere d’occhio il numero al fine di mantenere le cose il più semplice possibile. In questo caso, less è in genere più (non essere un accaparratore di plug-in).

6. La qualità batte sempre la quantità

Stelle

Allo stesso modo, dovresti essere molto selettivo nel decidere quali plugin installare sul tuo sito. Dopotutto, ogni plugin che installi potrebbe lasciare un footprint difficile da rimuovere (specialmente se è scarsamente codificato). Mentre può essere molto allettante testare e installare tutti i plugin sotto il sole sul tuo sito, dovresti sbagliare dal punto di vista della cautela e della selettività.

Quando si tratta di installare plugin, è necessario esaminare alcuni elementi chiave come:

  • Numero di download
  • Voto medio
  • Recensioni
  • Lo sviluppatore (sono affermati?)
  • Prova del supporto attivo

Il fatto è che non stai solo installando un plug-in, ma stai installando una funzionalità che vorresti rimanere funzionale per il prossimo futuro. Se il plug-in funziona ora, questo è un buon inizio, ma vuoi assicurarti che funzionerà anche in futuro.

Per me, la decisione di installare un nuovo plugin sul mio sito è piuttosto importante. Sto attento a chiedermi se davvero bisogno la funzionalità o se sono attratto dalle proverbiali luci brillanti. Potrebbe valere la pena farti la stessa domanda.

7. Premium non significa necessariamente il meglio

È un fatto ben noto della psicologia che la percezione del valore delle persone sia influenzata dai costi. Se ti offro la stessa cosa gratuitamente o al costo, è probabile che la tua percezione del valore cambi in circostanze separate.

Questo fenomeno può talvolta essere osservato nell’atteggiamento delle persone nei confronti dei plugin premium. Il fatto è questo: ci sono molti sviluppatori di plugin premium senza scrupoli là fuori. Solo perché qualcuno ti sta caricando per un plugin non lo rende buono. Esistono moltissimi plugin gratuiti di ottima qualità sviluppati da persone di cui ti puoi fidare assolutamente.

Detto questo, i plugin premium ben fatti sono in genere i migliori. Se scegli uno sviluppatore di plugin premium rispettabile, probabilmente avrai la migliore funzionalità, il massimo supporto e aggiornamenti coerenti. La chiave è assicurarsi di supportare lo sviluppatore “giusto”. Non limitarti a fare una ricerca su Google e vai con qualsiasi cosa si presenti – scopri chi è felice di consigliare personalmente. Fatti coinvolgere nella community di WordPress e prendi nota di chi viene parlato in modo positivo. Quelle sono le persone da cui dovresti cercare di acquistare.

8. Alcuni plugin sono considerati vitali per quasi tutti i siti

Il plugin Yoast SEO per WordPress.

Yoast SEO è uno strumento utile per la maggior parte dei tipi di siti WordPress.

Nella maggior parte dei casi, i plugin installati dipenderanno dal tipo di sito che stai creando. Un negozio di e-commerce potrebbe richiedere un plug-in del carrello, ad esempio, mentre un portfolio fotografico può beneficiare di uno strumento di galleria di immagini. Tuttavia, ci sono alcuni plugin che quasi ogni installazione di WordPress dovrebbe includere, indipendentemente dal focus del tuo sito.

Ad esempio, probabilmente desideri attirare il maggior numero possibile di visitatori, quindi il tuo sito può sempre beneficiare di un solido plug-in di ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) come Yoast SEO. La sicurezza è fondamentale per proteggere i dati e i contenuti del tuo sito, quindi un plug-in come Wordfence è sempre una scommessa intelligente. Come altro esempio, i moduli di contatto personalizzati (come quelli creati con il Modulo di contatto 7) sono utili per consentire ai tuoi visitatori di entrare in contatto, sia che tu stia gestendo un blog, un sito aziendale o una vetrina.

Anche se ritieni che il tipo di sito che stai creando non richieda plug-in, potresti essere sorpreso da quante opzioni offrono funzionalità inestimabili. Ci sono alcuni plugin di WordPress che ogni proprietario di un sito web dovrebbe conoscere, indipendentemente dal fatto che tu li usi o meno.

9. I plugin possono integrare il tuo sito con altri strumenti e piattaforme

Il plug-in di Google Analytics Dashboard per WP.

Dashboard di Google Analytics per WP ti consente di integrare il tuo sito WordPress con il popolare strumento di analisi.

I plugin non vengono creati nel vuoto. Sebbene sia vero che molte sono opzioni autonome che offrono funzionalità indipendenti, alcune si affidano ad altri software. In effetti, ci sono molti plugin progettati per integrare il tuo sito WordPress con strumenti e piattaforme popolari di tutti i tipi. Ciò significa che puoi far funzionare quei programmi senza problemi con WordPress, senza conoscere una singola riga di codice.

Difficilmente possiamo coprire tutte le integrazioni disponibili, ma qui ci sono solo alcuni esempi:

Pertanto, se disponi di alcuni degli strumenti preferiti che usi ogni giorno per gestire il tuo sito Web o la tua attività, vale la pena verificare se esiste un modo per integrarli con il tuo sito. In questo modo, puoi semplificare il flusso di lavoro e non dover passare da una piattaforma all’altra costantemente.

10. Ci sono più posti dove trovare plugin online

La home page della directory dei plugin di WPExplorer.

Puoi trovare molti ottimi plugin gratuiti e premium nella nostra directory.

Se sei completamente nuovo ai plugin, la soluzione migliore è iniziare con Directory dei plugin di WordPress. Questi plugin sono tutti gratuiti e sono stati sottoposti a un processo di verifica. Questa directory mostra anche le valutazioni e le recensioni dei clienti, insieme al numero di siti WordPress che attualmente utilizzano ciascun plug-in, in modo da sapere in che cosa stai entrando.

Tuttavia, questo è tutt’altro che l’unico posto dove trovare plugin online. Molti sviluppatori vendono plugin attraverso i loro siti Web e ci sono altre directory con dozzine, centinaia o migliaia di opzioni. Tieni presente che la maggior parte dei plug-in non su WordPress.org sarà premium, il che significa che dovrai pagare una commissione per utilizzarli. Il costo è spesso abbastanza ragionevole, tuttavia, e sarai in grado di trovare plug-in che forniscono funzionalità più complesse, insolite o mirate.

Se stai appena iniziando a ramificarti nella ricerca dei plug-in, ecco alcuni punti per iniziare:

  • CodeCanyon: Questa è la più grande directory di plugin WordPress premium online. Puoi trovare qualsiasi cosa qui, a prezzi a partire da $ 2. Sarai anche in grado di visualizzare le recensioni e le valutazioni degli utenti e una grande quantità di informazioni su ciascun plug-in.
  • WPMU DEV: Questa è un’eccellente fonte di plugin WordPress di qualità, che offre opzioni in settori come analisi, sicurezza, design, integrazione dei social media e altro ancora. Questo sito funziona in modo leggermente diverso dalla maggior parte delle directory, poiché per utilizzare i plug-in è necessario un abbonamento. Tuttavia, il prezzo di $ 49 al mese può essere un buon affare se trovi più plugin che desideri (soprattutto se stai gestendo più di un sito).
  • WPExplorer: Infine, vorremmo non menzionare il nostro sito Web! Offriamo una directory di plugin gratuiti ea prezzi ragionevoli in una vasta gamma di categorie, dall’e-commerce ai page builder al SEO. Dai un’occhiata e sei sicuro di trovare qualcosa che soddisfi le tue esigenze.

Sapere dove trovare i plugin di WordPress apre le tue opzioni e ti consente di individuare i migliori strumenti disponibili. Se ti allontani dai suggerimenti sopra elencati, assicurati di rimanere fedele a siti e sviluppatori credibili. Cerca sempre le recensioni e le valutazioni degli utenti prima di acquistare nuovi plug-in e ricorda di eseguire il backup del tuo sito prima di installarli.

Conclusione

I plugin sono una delle cose migliori dell’uso di WordPress. Tuttavia, il semplice numero disponibile potrebbe inizialmente essere travolgente. Può essere difficile sapere quali scegliere, come monitorarli per i conflitti e come gestirli dopo aver creato una raccolta considerevole.

Tuttavia, utilizzare i plug-in per ottenere il massimo dal tuo sito WordPress non deve essere una sfida. Avrai solo bisogno di seguire alcune semplici linee guida, come scaricare plugin da fonti affidabili, tenerli aggiornati e sbarazzarti di quelli che non ti servono. Dopo aver appreso alcuni fatti di base sui plug-in, come quelli introdotti sopra, sarai pronto per iniziare a personalizzare il tuo sito.

Hai domande su come utilizzare i plugin di WordPress sul tuo sito o blog? O consigli aggiuntivi da offrire ad altri utenti di WordPress? Fateci sapere nei commenti qui sotto!

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map