Semplici suggerimenti di sicurezza fuori sede per WordPress

Semplici suggerimenti di sicurezza fuori sede per WordPress

Nell’era del branding digitale, WordPress si sta godendo la crescente domanda per la sua piattaforma user-friendly che supporta una varietà di siti Web dall’e-commerce alle iniziative di personal branding.


WordPress vanta una base clienti diversificata dal singolo nomade di sviluppo web che cerca di utilizzare lo spazio digitale per commercializzare le proprie competenze uniche per le aziende che gestiscono alcuni dei blog più popolari sul web.

La decisione di creare un sito Web è sia entusiasmante che terrificante. Ci saranno risate, lacrime e molte ricerche pratiche su Google. Ma non passerà molto tempo prima che i nuovi genitori del sito web siano coinvolti nell’euforia che deriva dalla personalizzazione del loro nuovo bambino per adattarsi alla loro visione.

Ma la maggior parte degli utenti di WordPress non è focalizzata su come creare il sito più sicuro. Al contrario, sono coinvolti in temi per rendere il loro blog all’avanguardia o pensano a contenuti ottimizzati per SEO per guidare i risultati di ricerca organici.

Entrambe queste cose contano sicuramente, ma la verità è che gli utenti non dovrebbero mitigare la necessità di sicurezza. Mentre rappresenta solo un terzo di tutti i proprietari di siti Web, WordPress è la fonte di oltre il 90% di tutti gli incidenti di hacking sul web a causa del basso livello di priorità che gli utenti attribuiscono all’elemento sicurezza.

Vulnerabilità di sicurezza comuni destinate agli utenti di WordPress

SQL Injection è uno degli attacchi informatici WordPress più utilizzati e comuni che non risparmia nessuno. Un caso ironico di un attacco SQL ha coinvolto la società di sicurezza della rete Barracuda Networks che è caduta al corrente di un’iniezione mirata a una vulnerabilità nel loro codice. Gli hacker sono stati in grado di trovare una pagina vulnerabile che li ha portati al database principale dell’azienda.

Pensa a un’iniezione di SQL come un siero di verità aggressivo. Gli hacker prendono di mira i server che utilizzano SQL (linguaggio di query strutturato) e ignorano le misure di sicurezza delle applicazioni. Ciò consente loro di recuperare i record dal database SQL o di modificare o eliminare in altro modo i record esistenti.

Cross X Scripting Attacchi XSS

Un attacco cross-scripting (attacco XSS) è comune nei siti WordPress che sottoutilizzano le misure di sicurezza appropriate. L’idea è quella di rubare dati all’utente, principalmente cookie. Questo è uno degli attacchi più dannosi per gli utenti ignari perché deprime l’identità dell’utente.

Tuttavia, gli utenti non sono necessariamente le uniche vittime in questo attacco. L’amministratore del sito subirà inoltre una forte caduta da potenziali perdite economiche e dalla perdita di fiducia degli utenti. Gli attacchi cross-scripting hanno più che triplicato tra il 2016 e il 2017.

Altri attacchi prevalenti includono l’inserimento di comandi e l’inclusione di file, in cui informazioni dannose associate a server vulnerabili portano a siti compromessi. Questo sillaba il malvagio proprietario del sito e diffonde diffidenza nei suoi utenti che non sono in grado di fornire dati sensibili.

Smetti di idealizzare i plugin

Uno dei componenti che rende WordPress così facile da usare è la sua ampia disponibilità di plugin. Acquistare il plug-in più interessante per ravvivare il tuo sito è altrettanto emozionante come scoprire una nuova app per il tuo smartphone che promette (anche se fallisce completamente) di mettere in ordine la tua vita.

Mentre questi sono un centesimo e sono facili da usare con un paio di clic di un pulsante, offrono un falso senso di sicurezza. Ci sono attualmente decine di migliaia di plugin disponibili, ma solo circa 2.000 di questi sono stati aggiunti negli ultimi due anni, il che significa che molti sono altamente sensibili alle vulnerabilità.

I plug-in obsoleti si trasformano spesso in vittime di exploit di inclusione di file in cui gli hacker ottengono un facile accesso ai tuoi database, il che può essere evitato da passaggi di sicurezza di WordPress responsabili come la manutenzione dei plug-in. Ma aggiornamenti e password complesse sono sicurezza in loco, quindi cerchiamo di capire come proteggere WordPress fuori sede.

1. Scegli un host web di qualità

Scegli l'hosting di qualità

La soluzione più ovvia per la sicurezza di WordPress fuori sede è scegliere un buon hosting WordPress che dia la priorità alla sicurezza informatica. L’hosting web potrebbe non essere così entusiasmante come la progettazione di temi o il contenuto originale, ma non essere troppo veloce per scriverlo.

Mentre decidere l’indirizzo del sito è uno dei componenti più stressati del processo creativo, la maggior parte degli utenti non è preoccupata per “http” o “https” che procede il prezioso figlio della propria mente creativa. Che ci crediate o no, la semplice presenza della “s” fa la differenza; escludilo a tuo rischio e pericolo.

La “S” indica un sito sicuro che utilizza Secure Socket Layer o SSL. Questo dice a un utente che un sito Web può essere considerato attendibile e che tutti i dati che scelgono di condividere sono condivisi in modo sicuro. Infatti, più di due terzi degli utenti hanno riferito che questo blocco è essenziale nella loro decisione di continuare a navigare in un sito senza ritirarsi. Gli host Web offrono spesso opzioni SSL con componenti aggiuntivi premium o come funzionalità gratuita.

Gli sviluppatori di WordPress dovrebbero rinunciare alle popolari applicazioni di sicurezza in quanto di solito mancano di funzionalità come le impostazioni sicure dei cookie e la rigorosa sicurezza del trasporto HTTP. Gli utenti potrebbero essere tentati di risolverlo caricando il proprio sito su plugin di sicurezza, ma in questo caso più non è più bello. Un numero eccessivo di plug-in può causare ritardi nel sito inappropriati e influire sui tentativi di debug.

Il tuo host non solo offrirà certificati SSL (se hai svolto i compiti e preso una decisione ponderata), ma offrirà anche l’accesso ad altre preziose funzionalità di sicurezza come scansioni di routine per verificare la presenza di vulnerabilità, backup del sito per prevenire la catastrofica perdita di dati, e i firewall delle applicazioni Web per aggiungere un ulteriore livello di sicurezza.

Gli sviluppatori di nuovi siti Web dovrebbero anche fare attenzione alla tentazione di opzioni di hosting gratuite. Il vecchio adagio “ottieni ciò per cui paghi” si applica anche qui. Gli host web gratuiti forniscono il prodotto minimo praticabile, il che significa che le misure di sicurezza vengono spesso ignorate e rendono il sito vulnerabile a virus e spyware.

La linea di fondo: la scelta dell’host web anticipa il successo del tuo sito. Non lasciare che questa decisione sia la tua più disinformata.

Mentre i plug-in a strati non ti daranno il vantaggio di sicurezza che stai cercando, le combinazioni fuori sede possono darti un senso di sicurezza guadagnato. Combina la tua decisione di host web istruito con una rete privata virtuale e, voilà, la sicurezza informatica è ora un aneddoto sul tuo curriculum.

2. Investi in una VPN

Le reti private virtuali servono ogni forma e dimensione dei siti Web indipendentemente dal fatto che il loro obiettivo sia creare un sito acquirente / venditore P2P unico nel suo genere o essere un hub per i contenuti più ricercati sul web.

Investi in una VPN

Una VPN funge da tunnel virtuale che è impenetrabile per gli hacker e altri tentativi malevoli di proteggere sia le informazioni sensibili che stai immettendo sia quelle dei visitatori del tuo sito.

Il livello aggiunto di sicurezza VPN ti offre un assalto di funzionalità che sembra quasi troppo bello per essere vero come nascondere l’identità, mascherare la posizione e eliminare i registri.

Una volta installata, una VPN maschera la posizione e l’attività di rete e non conserva alcun registro per garantire la corretta sicurezza post-utilizzo. Tieni presente che quasi tutti i servizi VPN gratuiti disponibili non hanno questo tipo di funzionalità.

Esercitati con le soluzioni fuori sede per il successo in loco

Mentre gli attacchi informatici sono comuni, ci sono innumerevoli misure che possono essere adottate anche dai web designer più inesperti. Questi sono semplici passaggi per essere sicuri che stiano pubblicando un prodotto sicuro che garantisce la sicurezza di se stessi e dei loro utenti.

Dimentica l’URL. La scelta dell’host web è in definitiva una delle decisioni più importanti che prendi quando costruisci il tuo sito. Dato che questo è uno dei primi passi, scegli attentamente e non condannarti fin dall’inizio. Dopodiché rimani aggiornato sugli aggiornamenti di temi e plugin e considera una VPN per ulteriore protezione.

È tempo che gli sviluppatori di WordPress mettano la sicurezza in primo piano nel loro processo di sviluppo. Renderlo una decisione proattiva contro un rimpianto retroattivo.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map