Come proteggere la tua area di amministrazione di WordPress

Come proteggere la tua area di amministrazione di WordPress

È fondamentale proteggere l’area di amministrazione di WordPress e la pagina di accesso dagli attacchi. Tuttavia, sebbene gli hacker rappresentino un grave rischio per la sicurezza, non sono i soli. Per i siti che forniscono la registrazione degli utenti, dovrai anche proteggere l’area di amministrazione dagli utenti stessi. I problemi di sicurezza derivanti da utenti approvati sono chiamati “intrusioni non dannose”.


Fortunatamente, puoi puntellare il tuo sito Web rapidamente e facilmente implementando alcuni suggerimenti di buon senso e installando alcuni plugin per aiutarti. Considerando aspetti come le credenziali di accesso e tagliando gli attacchi dannosi alla loro fonte, renderai il tuo sito più sicuro per tutti coloro che lo usano.

In questo articolo, discuteremo prima del motivo per cui dovresti proteggere le pagine di amministrazione e di accesso, quindi ti forniremo cinque suggerimenti per aiutarti a proteggere il tuo sito per sempre. Iniziamo!

Perché dovresti proteggere la tua area di amministrazione di WordPress (e la pagina di accesso)

Una schermata di accesso di WordPress che mostra un errore.

Proprio come la porta di casa tua, la tua pagina di login di WordPress è probabilmente l’anello debole della catena quando si tratta di accedere al tuo sito web. La schermata di amministrazione rappresenta la prima stanza in cui chiunque entrerà, il che significa che bloccare entrambi è fondamentale per la sicurezza. Le conseguenze di non farlo sono numerose, inclusa la perdita di informazioni su clienti, utenti o dati personali, danni alla funzionalità del tuo sito Web e persino la sua completa rimozione. Inoltre, l’erosione della fiducia dei clienti può essere catastrofica per i profitti.

Infine, vale la pena sottolineare che gli attacchi di forza bruta sono un modo popolare per ottenere l’accesso non autorizzato a un sito Web, quindi una serie di suggerimenti qui si concentra sul mantenere il tuo sito al sicuro da quello.

Se non conosci WordPress, capire come proteggere il tuo sito può essere scoraggiante. Per demistificare il processo, abbiamo delineato cinque suggerimenti che puoi implementare per proteggere il tuo sito. Diamo un’occhiata!

1. Scegli nomi utente e password efficaci

In definitiva, le credenziali forti sono una lunga serie di caratteri casuali, a volte contenenti numeri e simboli. Rispetto alle password brevi, gli esempi forti sono difficili da indovinare per un hacker, rendendo così più difficile l’accesso al tuo account. È una preoccupazione urgente, poiché il 69% degli adulti online non considera la sicurezza delle proprie password. In breve, credenziali deboli lasciano il tuo sito aperto a un rischio facilmente evitabile.

Cosa c’è di più, tutti delle credenziali dell’utente del tuo sito sono importanti: non ti serve avere un nome utente e una password sicuri se un altro account amministratore ne ha uno debole.

Il sito Web 1Password.

Fortunatamente, assicurarsi che i nomi utente e le password siano aggiornati è abbastanza semplice:

  1. Oscura il tuo nome utente. Cambia qualsiasi nome utente predefinito da Admin a qualcosa di più difficile da indovinare.
  2. Usa una password lunga e difficile da indovinare. È possibile utilizzare un sito Web come Generatore di password complesse – sebbene WordPress contenga anche un generatore di password stellare e molti browser abbiano i propri sistemi in atto. Ricorda che la lunghezza è un fattore primario in una password sicura.
  3. Conservare la password in un luogo sicuro. Sebbene ciò non sia strettamente necessario per la creazione di credenziali efficaci, è altrettanto importante archiviare in modo sicuro le password. A tal fine, dai un’occhiata LastPass o 1Password per aiutarti a gestire facilmente tutte le tue password.

Naturalmente, questo non è l’unico metodo a tua disposizione per proteggere la tua area di amministrazione. Diamo un’occhiata a un altro modo per limitare l’accesso.

2. Aggiungi l’autenticazione a due fattori (2FA) per bloccare accessi non autorizzati

2FA è un metodo per proteggere il tuo account chiedendoti un codice o token univoco tramite il tuo dispositivo intelligente. Significa che ogni volta che accedi, WordPress può essere sicuro che sei tu, e non un hacker o altri indesiderabili.

Il plug-in Keyy.

Come con altri metodi di sicurezza, ci sono molti plugin che possono aiutarti a implementare 2FA:

  1. Autenticazione a due fattori: Questo plugin funziona con Google Authenticator per fornire codici a tempo limitato per l’accesso di accesso.
  2. Keyy: Questa soluzione unica sembra eliminare del tutto le credenziali, utilizzando il tuo dispositivo smart esclusivamente per l’accesso.

Tutto sommato, ti consigliamo di sperimentare prima con un plug-in 2FA standard, quindi gravitare su altre soluzioni come Keyy quando ti senti a tuo agio. Inoltre, alcuni plugin come Wordfence e jetpack includere questa funzione, quindi vale la pena dare un’occhiata anche a loro.

3. Limitare il numero di tentativi di accesso per limitare gli attacchi di forza bruta

In poche parole, gli attacchi di forza bruta sembrano indovinare le tue credenziali ripetendo ogni possibile combinazione. È un metodo popolare per hackerare un sito Web e significa limitare il numero di volte in cui un utente può accedere è un modo semplice ed efficace per ostacolarli.

Il sito Web di Wordfence.

Per quanto riguarda come prevenirli, ancora una volta i plugin vengono in soccorso. Ecco i nostri consigli:

  1. jetpack: Tra le altre funzionalità, offre Jetpack più moduli ciò limiterà i tentativi di forza bruta e monitorerà il tuo sito.
  2. Sicurezza iThemes: Questo plug-in all-in-one non solo ti consente di limitare i tentativi di accesso, ma ti permetterà anche di vietare gli utenti sospetti.
  3. Sicurezza di Wordfence: Oltre alle restrizioni sugli attacchi di forza bruta, questo plug-in completo presenta anche una miriade di altre funzionalità vitali legate alla sicurezza.
  4. BruteGuard: Questo plug-in ti protegge dagli attacchi di forza bruta collegando i suoi utenti per tenere traccia dei tentativi di accesso non riusciti in tutti i siti WordPress che lo utilizzano costruendo una rete protettiva che apprende e diventa più potente di quante più persone lo usano.

Esiste un altro metodo per bloccare gli attacchi intrusivi sul tuo sito Web: interromperli al passaggio. Vediamo questo in modo più approfondito.

4. Implementare un Web Application Firewall (WAF) per proteggere il tuo sito dalle iniezioni di codice

Un’iniezione di codice è come sembra: codice che viene utilizzato per alterare la funzionalità del tuo sito e può essere devastante. In breve, un WAF offre una barriera al tuo sito per bloccare questi e altri tipi di attacchi prima che raggiungano i tuoi file.

Il plugin All in Once WP Security & Firewall.

Alcuni plugin (come Wordfence) includono un WAF di serie. Tuttavia, ci sono molte altre opzioni tra cui scegliere, come:

  1. NinjaFirewall: Questo plug-in dedicato è un firewall autonomo che si trova di fronte a WordPress ed è pubblicizzato come un “vero WAF”.
  2. Sicurezza anti-malware e firewall Brute-Force: Questo plug-in non include solo un solido WAF che viene continuamente aggiornato, ma protegge anche dagli attacchi di forza bruta.
  3. Sicurezza e firewall WP tutto in uno: Il nome dice tutto: include un generatore di password, verifica la presenza di nomi utente deboli, protegge dagli attacchi di forza bruta e ha anche un forte WAF.

In breve, non ci sono scuse per non proteggere il tuo sito e l’implementazione di un WAF è uno dei modi migliori per farlo.

5. Usa i ruoli utente di WordPress per limitare le funzionalità dell’account sul tuo sito

Per ogni account che accede al tuo sito, puoi impostare un ruolo utente definito con una serie di funzionalità che limitano ciò che l’account utente può fare. Significa che gli utenti avranno accesso solo a ciò di cui hanno bisogno per svolgere il proprio lavoro, chiaramente un aspetto chiave della sicurezza del sito.

Il plug-in Editor ruoli utente.

Come per gli altri suggerimenti in questo elenco, iniziare è un gioco da ragazzi:

  • Imposta i ruoli utente corretti in anticipo, per offrire accesso solo a ciò di cui un utente ha bisogno e nient’altro.
  • Usa un plugin come Editor dei ruoli utente o Editor dei ruoli utente di WPFront per personalizzare l’accesso di determinati ruoli.
  • Controlla regolarmente la presenza di account non utilizzati ed eliminali.

Tutto sommato, l’impostazione dei ruoli utente non deve essere difficile e potrebbe potenzialmente offrire maggiore sicurezza alla tua area di amministrazione.


Quando si tratta di sicurezza, la tua preoccupazione principale dovrebbe sempre tenere a bada l’accesso non autorizzato, indipendentemente da dove provenga. Le conseguenze in caso contrario potrebbero essere catastrofiche per il tuo sito, il ranking di ricerca e le entrate potenziali.

In questo articolo, abbiamo discusso cinque suggerimenti per proteggere con competenza la tua area di amministrazione. Hai altri suggerimenti per proteggere la tua area di amministrazione di WordPress? Parlaci di loro nella sezione commenti qui sotto!

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me