Installa WordPress in AWS – Amazon Web Services

  1. 1. Come installare WordPress in Microsoft Azure
  2. 2. Come installare WordPress su Google Cloud
  3. 3. Leggendo al momento: Installa WordPress in AWS – Amazon Web Services
  4. 4. Introduzione al cloud computing con WordPress
  5. 5. Come installare WordPress in DigitalOcean

Benvenuti in una nuova guida sul Installazione di WordPress sul cloud serie. Oggi impareremo come installare WordPress in Amazon Web Services (AWS). Proprio come le nostre precedenti guide di installazione cloud in Microsoft Azure e Google Cloud, utilizzeremo un’immagine preinstallata di WordPress.


Ora prima di iniziare ci sono alcuni termini chiave che vorrei discutere al fine di ottenere una comprensione preliminare di come funziona AWS.

Quanto è grande AWS?

AmazonWebservices_Logo

Per cominciare, vediamo questo: AWS è enorme. Intendo follemente enorme. È uno dei il più vecchio provider di cloud hosting in Internet. Ha un sacco di servizi: dalla codifica dei video in diretta all’analisi rapida dei dati in streaming da satelliti e altri sensori ad alte prestazioni sparsi in tutto il mondo.

Ecco qualcosa che ti darà un’idea di quanto sia potente AWS – NASA – sì, NASA, usato AWS “ infrastruttura di cloud computing per elaborare i dati della missione Mars Rover. Ma installeremo una piccola istanza di WordPress, giusto? AWS ha le spalle! Scaviamo nell’essenziale.

eroe di Amazon ec2

Amazon EC2: Conosciuto come Calcolo del cloud elastico, pensa a questo come a un computer nel cloud. Non è necessario sapere dove esiste, chi pulisce e spolvera l’hardware o cosa succede quando si esaurisce l’alimentazione. Questo è da gestire per Amazon.

Quello che devi sapere – l’unica cosa che devi sapere – sono le specifiche tecniche del server – err, il computer. Questo è tutto. Questa è la bellezza del cloud.

Immagine macchina Amazon: AMI – come piace agli sviluppatori chiamarlo (chiamiamolo così perché sembra davvero bello), non è altro che un’istanza o un computer con un sistema operativo con un sacco di altri software preinstallati.

Immagina di installare Windows 10 sul tuo nuovo PC e quindi di installare alcune applicazioni come MediaMonkey, Microsoft Word e Google Chrome. Se dovessi esportare un’immagine del sistema operativo nello stato corrente, avresti un’immagine macchina. Quando diciamo esportazione intendiamo un file che, se collegato a un altro dispositivo simile, verrebbe eseguito senza alcuna installazione. Le persone che lavorano con Linux lo fanno (ovvero creano immagini di macchine o istantanee) continuamente. Questa è anche vagamente l’idea alla base di Docker.

Perché stiamo parlando di Amazon EC2 e AMIs?

Buona domanda. Ora da quando abbiamo stabilito che abbiamo bisogno di EC2 è come un computer / server nel cloud, useremo una singola istanza di Amazon EC2 (chiamato anche an Istanza EC2) per ospitare il nostro sito WordPress.

Ma aspetta. Hai la macchina – yay! Ma per quanto riguarda l’installazione del sistema operativo? Scegliamo Linux o Windows? Linux? Belle. Ma aspetta (di nuovo) – che tipo di Linux scegliamo? Ubuntu? Fedora? Debian? Diciamo che ho scelto Ubuntu. Belle. Quale versione scelgo? Aarrghh! Troppe scelte per un piccolo obiettivo!

Se ciò non è travolgente, pensa al prossimo processo. Dobbiamo installare l’host di software necessario per eseguire WordPress, lo stack LAMP. Una volta installato e configurato, dovrai installare e configurare WordPress. Autorizzazioni mancanti, accesso alla directory e tutto il lotto.

Non so te, ma è un processo LUNGO. Lungo in maiuscolo e grassetto. Probabilmente hai indovinato dove sto andando ora – e hai ragione. Questo è dove il Amazon Machine Image entra in gioco.

Immagina che qualcuno abbia distribuito un’istanza EC2, installato Ubuntu, aggiornato e installato WordPress su di esso – insieme a tutto il software richiesto (come lo stack LAMP). La persona ha quindi creato un’immagine del sistema operativo nel suo stato attuale – ovvero – un’installazione incontaminata, essenzialmente “pronta per l’uso” di WordPress. Quello sarebbe l’esempio di un AMI perfetto con WordPress installato in esso. Ora puoi smettere di immaginare, perché esiste una tale AMI ed è stata creata da Bitnami. (Sìì!)

“Che ne dici di un mercato per le AMI?”

aws marketplace con software di gestione dei contenuti

Mercato AWS con AMI di gestione dei contenuti

Hai chiesto. Amazon ascoltò. Amazon ha un mercato chiamato Mercato AWS – un luogo in cui è possibile acquistare (sì, acquistare) immagini di macchine preconfigurate per vari software, altrimenti difficili da installare. L’idea è di semplificare il processo di hosting in modo da poter distribuire l’app sul cloud il più rapidamente possibile. Questo è molto simile a cosa Google Cloud e Microsoft Azure offre come immagini o modelli dell’applicazione.

Fortunatamente il software open source più popolare ha AMI gratuite, il che è incredibilmente utile per i principianti come noi. Uno dei contributori più popolari di AMI gratuite è Bitnami, un’azienda che fornisce AMI aggiornate per il software open source più popolare, tra cui WordPress!

Quindi eccoci. EC2 per l’hosting della nostra installazione di WordPress. Un AMI WordPress di Bitnami per salvarci il processo di installazione. Ora tutto ciò che dobbiamo fare è collegarli insieme.

Istanza EC2 + WordPress AMI = WP su AWS Cloud in 2 minuti!

Configurazione del tuo account Amazon gratuito

livello gratuito di aws

Limitazioni del livello di utilizzo gratuito di AWS

L’account gratuito di AWS include a molti vantaggi ed è attivo per un anno intero. Questo è il tempo più lungo che abbiamo ricevuto gratuitamente da qualsiasi fornitore di servizi cloud. Tuttavia, abbiamo alcune limitazioni.

Per un elenco completo è possibile consultare il Livello gratuito AWS homepage, ma per i nostri scopi, dobbiamo sapere solo questo:

  • È consentita un’istanza Micro di Amazon EC2 nel livello gratuito, per 750 ore al mese, il che è sufficiente per mantenere WordPress attivo e funzionante per 24x7x365 ore.
  • 5 GB di spazio di archiviazione Amazon S3, che potremmo utilizzare come posizione di backup per i nostri altri siti Web.

Ad essere onesti, la parte più lunga di questo tutorial è la configurazione del tuo account Amazon Web Services gratuito. È facile come 1-2-3, ma comunque è un lungo processo. Devi:

  1. Iscriviti con un nuovo indirizzo email
  2. Utilizza una carta di credito o di debito valida per verificare il tuo account
  3. Usa il tuo numero di cellulare per collegare il tuo account (Amazon ti chiamerà e dovrai inserire il codice di verifica)

Tieni presente che non dovresti utilizzare una carta di credito prepagata o un servizio di carta di credito virtuale (come Entropay) nel tuo account di fatturazione AWS. Anche se lo è tecnicamente okay, l’ho provato e il tuo account verrà bandito. Quindi, si prega di utilizzare una carta valida. Se hai seguito correttamente tutti i passaggi, il tuo account verrà attivato in pochi minuti e puoi iniziare con la procedura di installazione di WordPress.

Fase 1: installazione dell’immagine WordPress dal marketplace AWS

wp alimentato da bitnami

Vai al Mercato AWS > Gestione dei contenuti > WordPress con tecnologia Bitnami. Questa è l’immagine che vogliamo installare. Se ti stai chiedendo perché non abbiamo ancora creato un’istanza EC2 – prima di tutto, tamponati sulla schiena per porre quella brillante domanda.

Ok, quindi non l’abbiamo fatto finora perché AWS ci consente di configurare un’istanza EC2 direttamente dalla pagina AMI. Ciò semplifica le cose, dal momento che non corriamo il rischio di sovrascrivere un’istanza EC2 precedentemente configurata con la nuova AMI.

01-aws marketplace seleziona un'immagine wordpress

La pagina AMI di WordPress di Bitnami – Fai clic su Continua per iniziare!

1.1 – Crea l’AMI di WordPress

02-AWS-wordpress-ami-config

  • Versione: Seleziona l’ultima versione di Ubuntu.
  • Regione: Seleziona qualsiasi regione degli Stati Uniti.
  • Tipo di istanza EC2: Questo deve essere un istanza t1.micro. Qualcosa di più grande e ti verrà addebitato.
  • Impostazioni VPC: Lascialo così, si configurerà automaticamente in base alla tua regione.
  • Gruppo di sicurezza: Sebbene mostri un avviso, selezionare Seleziona nuovo in base alle impostazioni dell’utente. Qui l’utente è lo sviluppatore dell’AMI (ovvero Bitnami).
  • Coppia di chiavi: La creazione della coppia di chiavi è un processo in 3 fasi. Sebbene facoltativo, ti consigliamo di crearne uno in quanto ti consente di accedere all’istanza EC2 tramite SSH.

1.2 – Come creare una coppia di chiavi in ​​EC2

Assicurati che le aree che hai selezionato per l’istanza EC2 e quella mostrata nella tua Console AWS siano le stesse. Altrimenti il ​​processo non funzionerebbe.

03-00-create--pair-istruzioni chiave

1. Fare clic sul primo collegamento ipertestuale in questo screenshot.

03-creare-coppia di chiavi

2. Verrai reindirizzato alla tua console EC2. Clicca su Crea coppia di chiavi.

-Pair-nome 04-chiave

3. Digitare un nome di coppia di chiavi distinguibile e fare clic su Creare.

05-key-pair-impronta digitale generata

4. Verrà creata una nuova coppia di chiavi.

1.3 – Avvio dell’AMI di WordPress

06-AWS-wordpress-ami-config-complete

Torna alla scheda precedente e aggiorna la pagina. Ora dovresti vedere l’opzione per scegliere la nuova coppia di chiavi appena creata. Assicurati di aver selezionato il istanza t1.micro ancora una volta, prima di selezionare Accetta i termini e avvia con 1 clic.

07-AWS-wordpress-ami-config-complete

Pochi secondi dopo verrai accolto da questo messaggio. Ora hai distribuito correttamente l’AMI di WordPress. È ora di verificarlo.

Passaggio due: configurazione dell’AMI di WordPress

08-AWS-EC2-console

La dashboard di AWS EC2

Vai al tuo Console AWS e seleziona EC2. Questo aprirà la tua dashboard EC2. Dovresti vedere il testo 1 Istanza in esecuzione nella sezione medio-alta della pagina. Fai clic su quel testo.

-istanze 09-AWS-EC2-console-running

Dashboard EC2 che mostra le istanze attive

Ciò visualizzerebbe l’elenco delle istanze EC2 nel tuo account AWS. Ne avremo solo uno, che è la nostra installazione di WordPress. Successivamente, copia il sottodominio indicato sotto DNS pubblico. Questo è l’URL della tua installazione di WordPress. Incollalo in un browser per visualizzare il tuo sito WordPress (appena installato)!

2.1 – Recupero della password dell’amministratore di WordPress generata dal sistema

Ricordi la famosa installazione di 5 minuti di WordPress? Bene, anche Bitnami se ne occupa. Ma hey! E il tuo nome utente e password WordPress ?! Bene, il nome utente predefinito è utente e la password viene generata dal sistema, ovvero generata in modo casuale durante l’installazione dell’AMI di WordPress. Dobbiamo scoprirlo ora. Per fare ciò, segui questi screenshot imminenti:

0x-get wp password aws panel

Dalla dashboard delle istanze di AWS EC2 (la seconda schermata del passaggio 2) fai clic su Azioni> Impostazioni istanza> Ottieni registro di sistema. Questo mostra l’intero registro di sistema fin da quando è stata installata l’AMI di WordPress.

10-system-console

Un tipico registro di sistema generato da un’istanza EC2

Scorri verso il basso e troverai la password generata casualmente per WordPress. Copia e incolla questo nel tuo login WordPress da e sei a posto!

0x-bitnami immagine completata

WordPress su AWS utilizzando t1.micro EC2 e Bitnami WordPress AMI

Conclusione

Poiché Amazon offre un anno intero di utilizzo gratuito, sarebbe un ottimo modo per testare il tuo vero sito Web o blog WordPress. Risparmierai un intero anno di costi di hosting e sperimenterai la potenza e la semplicità del cloud. Punta semplicemente il record A del tuo dominio su DNS pubblico della tua istanza EC2 e avrai un sito WordPress a tutti gli effetti!

Speriamo che tu abbia imparato qualcosa di nuovo da questo tutorial e ti sia piaciuto leggerlo tanto quanto ci è piaciuto curarlo. Se hai commenti, suggerimenti o domande, sono sempre disponibile su @souravify. Adesso vai e goditi la potenza del cloud: gratis per un anno intero, grazie a AWS!

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me