Come esportare e importare blocchi di Gutenberg in WordPress

Come esportare e importare blocchi di Gutenberg in WordPress

Inizialmente, gli utenti di WordPress avevano una relazione agrodolce con il builder basato su blocchi di WordPress. Quindi, come abbiamo scoperto nella nostra guida a Gutenberg, il nuovo editor include funzionalità straordinarie che rendono facile e divertente la creazione di splendidi contenuti. Ora, alcuni non ne hanno mai abbastanza dell’editor.


Gutenberg offre abbastanza funzionalità per creare pagine e post straordinari, senza scrivere codice. Indipendentemente dal contenuto che si desidera aggiungere, Gutenberg ha solo il blocco.

Vuoi modificare e dare uno stile a ogni blocco di contenuti in modo estensivo? Gutenberg ha le spalle grazie a una batteria di opzioni di personalizzazione. Desideri ancora più blocchi rispetto a quelli disponibili nell’editor predefinito? Ci sono un sacco di plugin aggiuntivi Gutenberg là fuori.

Ecco perché è triste che molti utenti non lo sappiano Blocchi riutilizzabili, una delle caratteristiche brillanti di Gutenberg. Se non hai idea di cosa stiamo parlando, i blocchi riutilizzabili sono semplicemente soddisfare blocchi creati, salvati e riutilizzati a piacimento.

Di che vuoi aggiungere un invito all’azione, grazie, firma, modulo o qualsiasi altra cosa alla fine di ogni post o pagina.

In passato, dovevi salvare la funzione in un file di testo sul tuo computer. Quando ne avevi bisogno, lo avresti copiato e incollato nel tuo post o pagina. Gutenberg ha alleviato questo problema. Ora non è necessario utilizzare file di testo o creare gli stessi blocchi da zero ogni volta.

Puoi creare un singolo blocco riutilizzabile e utilizzarlo non solo nei tuoi post e nelle tue pagine, ma anche su altri siti Web WordPress.

Sia che tu crei molti siti Web o sia necessario aggiungere contenuti speciali a ciascun post / pagina, i blocchi riutilizzabili di Gutenberg possono aiutarti a risparmiare molto tempo.

E nel post di oggi, ti mostriamo esattamente come creare ed esportare blocchi riutilizzabili Gutenberg in WordPress. Il nostro obiettivo è aiutarti a spostare e riutilizzare facilmente blocchi di contenuti personalizzati su più post / pagine / siti Web WordPress.

A parte: Se crei un blocco utilizzando un plug-in come Getwid, ad esempio, devi installare il plug-in sugli altri siti WordPress per riutilizzare tale blocco. Nota anche che i tuoi blocchi potrebbero apparire leggermente diversi da un tema all’altro, ma va tutto bene perché Gutenberg ti offre un sacco di potere di personalizzazione.

Detto questo, prendi una tazza di caffè e goditi la lettura.

Innanzitutto, hai bisogno di blocchi riutilizzabili

Sfortunatamente, non puoi esportare o importare regolare blocchi. Per esportare e importare blocchi di Gutenberg, devi prima creare riutilizzabile blocchi.

A scopo illustrativo, creerò un grazie nota che vorrei aggiungere alla fine di ogni post che pubblico. Sai, senza riscrivere la nota ogni volta che devo aggiungerla a un post ��

Mio grazie nota non è niente di complesso; solo un semplice blocco di paragrafi con collegamenti a Twitter e Facebook. Tieni presente che il tuo blocco può essere tutto ciò che desideri: un banner pubblicitario, un dispositivo di scorrimento delle immagini, un preventivo, un elenco, gli ultimi post, un modulo MailChimp, ecc..

Più avanti, ti mostrerò come esportare la nota (leggi, blocca) su un secondo sito Web WordPress. Suona bene? Ottimo, iniziamo.

Come creare un blocco riutilizzabile

La creazione di un blocco riutilizzabile è incredibilmente facile. Navigare verso Messaggi> Aggiungi nuovo per lanciare l’editor Gutenberg:

aggiungendo un nuovo post in wordpress

Quindi, fare clic su Aggiungi blocco (+) icona e quindi scegliere il blocco di contenuti. Nel nostro caso, ho aggiunto il blocco di paragrafo, come mostrato nella seguente immagine.

aggiunta del blocco gutenberg in wordpress

Successivamente, personalizza e personalizza il blocco in base alle tue esigenze. Ho aggiunto del testo, collegamenti ai social media e colore di sfondo. Ecco come il nostro nuovo blocco aka grazie nota guarda nel mio editor Gutenberg:

Molto simpatico John Doe. Molto bella. Ora seguirò probabilmente il tuo blog sui social media �� Passando rapidamente.

Al momento, la nota sopra è a regolare bloccare. Dobbiamo convertirlo in a riutilizzabile blocco che possiamo esportare e importare. Per farlo, fai clic su Più opzioni icona, quindi Aggiungi a blocchi riutilizzabili, come mostrato di seguito.

Quindi, dai un nome al blocco riutilizzabile e premi il tasto Salva pulsante, come mostrato di seguito.

denominazione del blocco gutenberg riutilizzabile

Ed è tutto, hai appena creato il tuo primo blocco riutilizzabile. Modo di andare amigo.

Come utilizzare i blocchi riutilizzabili

L’aggiunta del blocco riutilizzabile che abbiamo appena creato ai tuoi post o pagine è estremamente semplice. Dopo aver aggiunto i contenuti richiesti al tuo post o pagina, fai clic su Aggiungi blocco (+) icona, scorrere fino a Blocchi riutilizzabili scheda e scegli il blocco (Nota di ringraziamento nel nostro caso), come mostrato di seguito.

blocco riutilizzabile gutenberg

Dopo aver aggiunto il blocco riutilizzabile al tuo post o pagina, premi il tasto Anteprima/Pubblicare per visualizzare i risultati nel front-end. Ecco cosa ho ottenuto:

Il mio sito di test esegue il tema Twenty Twenty.

La parte migliore è che posso riutilizzare il mio grazie nota bloccare in qualsiasi momento, senza doverlo creare da zero. Posso aggiungerlo a tutti i tipi di post che supportano i blocchi di Gutenberg.

Ora che sai come creare e utilizzare blocchi riutilizzabili, scopriamo di più sull’esportazione di questi blocchi su un altro sito Web WordPress. Per evitare confusione, userò lo stesso blocco che abbiamo appena creato.

Come esportare blocchi di Gutenberg in WordPress

L’esportazione di un blocco Gutenberg riutilizzabile è roba da quarta elementare che ti verrà fatta in pochissimo tempo.

Cosa fare?

All’interno dell’editor Gutenberg, fai clic su Più strumenti e opzioni icona, quindi Gestisci tutti i blocchi riutilizzabili, come evidenziamo di seguito:

gestire tutti i blocchi riutilizzabili

In questo modo ti porta al blocchi schermata in cui è possibile visualizzare e gestire tutti i blocchi riutilizzabili:

Abbiamo solo il Grazie Nota bloccare, ma la schermata sopra verrà popolata mentre ne crei di più. Per esportare, passa con il mouse sopra il titolo e fai clic su Esporta come JSON link che appare. Vedi l’immagine sotto.

Quindi, salva il file JSON sul tuo computer:

Ora che abbiamo il file JSON sul tuo computer, è il momento di importare il blocco nel nostro secondo sito di test.

Come importare blocchi di Gutenberg in WordPress

L’importazione dei blocchi riutilizzabili è semplice come A, B, C. Innanzitutto, apri l’editor Gutenberg. In secondo luogo, fare clic su Più strumenti e opzioni icona, quindi Gestisci tutti i blocchi riutilizzabili, come mostrato di seguito.

Sul blocchi schermata che segue, fare clic su Importa da JSON, scegli il file scaricato in precedenza, quindi premi il tasto Importare pulsante in questo ordine:

E questo è tutto! Proprio così, hai importato con successo un blocco Gutenberg riutilizzabile nel tuo secondo sito WordPress:

Non è stato così facile? Successivamente, puoi utilizzare e riutilizzare il blocco Gutenberg sul secondo sito Web tutte le volte che lo desideri.

Ci sono plugin per esportare blocchi di Gutenberg?

Oh sì, e ne ho trovato uno di ThemeIsle, uno sviluppatore di WordPress rispettabile. È un plugin gratuito noto come Importazione esportazione blocchi. In sostanza, il plug-in consente di saltare l’intero tutorial. Si, è esatto; non è nemmeno necessario creare blocchi riutilizzabili.

Installa e attiva il plugin, quindi apri l’editor Gutenberg. Progetta il blocco come desideri, quindi fai clic su Più opzioni icona. Quindi, premi il tasto Esporta JSON, come mostrato di seguito. Ecco lo screenshot:

In questo modo scarica il file JSON sul tuo computer. Per importare il file JSON utilizzando il plug-in, aprire l’editor Gutenberg. Quindi, fare clic su Aggiungi blocco icona, quindi Importa blocchi da JSON sotto il widget tab:

Successivamente, fai clic su Scegli il file per selezionare il file dal tuo computer e premere il tasto Caricare pulsante:

L’unico problema con il metodo del plug-in è che i tuoi blocchi non verranno salvati sul tuo sito WordPress. Per salvare i blocchi nel database di WordPress, è necessario utilizzare il metodo manuale. Forse questo cambierà in futuro.

Purtroppo, non sono riuscito a trovare un altro plug-in. Tuttavia, il plug-in può farti risparmiare molto tempo se non ti interessa salvare blocchi riutilizzabili sul tuo sito web. Avrai i blocchi come file JSON sul tuo computer.


I blocchi riutilizzabili Gutenberg sono un vero toccasana. Ti consentono di replicare rapidamente modelli e funzionalità poiché non parti da zero. Se crei molti post / pagine e / o siti Web, ti sarà utile imparare come esportare i blocchi di Gutenberg.

Hai domande o suggerimenti sui blocchi di Gutenberg? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me