Come aggiungere breadcrumb a WordPress e perché è importante

Come aggiungere Breadcrumb a WordPress

Quando è stata l’ultima volta che hai seguito una scia di pangrattato? La risposta a questa domanda? Probabilmente su Internet, motivo per cui dovresti iniziare a pensare a come aggiungere il pangrattato a WordPress.


Un percorso letterale di briciole è stato seguito nelle fiabe e forse dal tuo cane a casa, ma il pangrattato della vita reale in genere si riferisce a importanti passaggi di navigazione su un sito Web, soprattutto quando si parla di un sito di e-commerce con centinaia o migliaia di prodotti.

Comprendere il pangrattato è abbastanza semplice e il processo di aggiunta al tuo sito non richiede più di qualche minuto. Se desideri saperne di più sul pangrattato e sul posizionamento di queste preziose funzioni sul tuo sito, continua a leggere.

Cosa sono le briciole di pane di WordPress?

Se hai acquistato qualcosa online, è probabile che tu abbia visto il pangrattato. Sono la serie di collegamenti di navigazione che si collegano insieme per mostrarti esattamente dove hai navigato su un sito web.

Il pangrattato è simile ai menu di navigazione standard, tranne per il fatto che si formano mentre ci si sposta in un sito. I collegamenti breadcrumb formano una struttura di collegamenti, con una gerarchia che mostra la prima pagina visitata, seguita dalla successiva, dalla successiva e dalla pagina successiva.

In effetti, un esempio di pangrattato può essere trovato su WPExplorer, quando fai clic sulla scheda Temi nel menu di navigazione, quindi selezioni una categoria di temi.

Come accennato, è comune vedere briciole di pane sui siti di e-commerce, come su Amazon dove potresti scavare in un buco profondo di categorie e tipi di prodotti.

Il più delle volte questi breadcrumb vengono visualizzati nella parte superiore di un sito Web e l’utente può fare clic su uno dei collegamenti nella gerarchia breadcrumb per tornare indietro e visualizzare la cronologia di navigazione.

Perché il pangrattato è importante?

La maggior parte delle aziende sceglie di usare il pangrattato per due motivi:

  1. Breadcrumb aiuta gli utenti a navigare nel tuo sito web.
  2. Il pangrattato può aumentare il tuo SEO.

Per l’esperienza dell’utente, a volte un menu di navigazione non è sufficiente per guidare l’utente e farli sentire a proprio agio con dove si trovano sul tuo sito.

Best Buy ha migliaia di categorie e prodotti. Quando un cliente inizia a cercare un laptop, scende immediatamente nella tana del coniglio con caratteristiche, categorie, marchi e prodotti specifici.

Se quella persona volesse tornare indietro, il menu di navigazione (o la barra di ricerca) si rivelerebbe inutile poiché in genere li porterebbe troppo indietro. Invece, è più facile per il cliente vedere quali pagine sono state consultate, quindi fare clic sulla pagina che ha più senso tornare a.

In breve, la maggior parte dei marchi usa il pangrattato quando il contenuto diventa troppo travolgente per passare al setaccio con il menu di navigazione. Quindi, se hai migliaia di prodotti, file o post di blog, il pangrattato potrebbe aiutarti.

Ciò si lega anche alla parte SEO delle cose, poiché il pangrattato aiuta a spostare i motori di ricerca attraverso la tua raccolta di pagine. Questo rafforza la tua struttura di collegamento interna, in modo che i robot possano strisciare più facilmente e riconoscere il tuo sito come uno con una grande esperienza utente.

Come aggiungere Breadcrumb a WordPress tramite un tema

Dopo aver deciso che il pangrattato è adatto al tuo sito Web, è tempo di attivarli dall’inizio o aggiungere il pangrattato a WordPress per un sito esistente.

Se stai semplicemente creando un nuovo sito Web con molti contenuti, è prudente cercare un tema WordPress con breadcrumb incorporato. Ad esempio, i seguenti temi WordPress hanno già il breadcrumb come funzionalità principale:

  • Totale – Un tema multiuso con pangrattato.
  • base di conoscenza – Hai indovinato. Un tema WordPress di knowledge base con breadcrumb.
  • SmartMag – Un tema di una rivista online con pangrattato.
  • Flatsome – Una popolare opzione e-commerce con pangrattato.
  • Negoziante – Un altro grande tema del negozio online con pangrattato.

In effetti, sembra che la maggior parte dei migliori temi di e-commerce abbiano il pangrattato di default. Dopotutto, gli sviluppatori devono presumere che potresti vendere grandi quantità di prodotti, quindi ha senso. Indipendentemente da ciò, fai le tue ricerche e prova le demo prima di impegnarti in un tema.

Abilitare Breadcrumb su WordPress con un plugin

Se desideri aggiungere briciole di pane a un sito attuale e l’idea di cambiare tema non ha alcun senso per il tuo marchio, sei ancora fortunato.

Il plugin Yoast SEO è uno strumento che probabilmente dovresti aver già installato sul tuo sito (per scopi SEO). Il SEO è eccezionale, ma i brillanti sviluppatori di Yoast hanno affrontato un problema che molti proprietari di siti Web WordPress incontrano. Alla fine hanno così tanto contenuto che una gerarchia del pangrattato avrebbe senso. L’unico problema è che il loro tema non ha una funzione breadcrumb.

Quindi, Yoast ha preso il volante e lo ha reso più semplice per tutti noi. Ecco come aggiungere il pangrattato a WordPress in pochi minuti.

Passaggio 1: aggiungi il plug-in Yoast SEO al tuo sito web

Yoast plugin SEO

Se Yoast è già installato e attivato, saltare questo passaggio. Per quelli senza Yoast, vai al pagina del plugin da scaricare e installalo. Puoi anche farlo sulla tua dashboard di WordPress andando su Plugin> Aggiungi nuovo, quindi digitando “Yoast SEO” nella barra di ricerca.

Sebbene sia fantastico che Yoast SEO offra la funzionalità per ottenere il pangrattato sul tuo sito, ti consigliamo anche di conoscere le funzionalità SEO di Yoast. Non solo migliorerà il posizionamento nei motori di ricerca, ma ti renderà più informato su come farlo.

Passaggio 2: attiva le impostazioni avanzate

Le impostazioni breadcrumb non sono inizialmente visualizzate su Yoast, quindi devi iniziare facendo clic sulla scheda Dashboard.

Seleziona la scheda Funzioni.

Scorri verso il basso per trovare l’intestazione Pagine impostazioni avanzate. Per impostazione predefinita, questo non è attivato da Yoast. Pertanto, fare clic sul pulsante in modo che visualizzi Abilitato.

Successivamente, vedrai alcune altre opzioni nella scheda SEO. Vai alla scheda Avanzate per andare avanti.

L’opzione Breadcrumbs è la prima a mostrare, quindi puoi guardare sotto per abilitare Breadcrumb.

Una volta abilitato, diverse altre impostazioni vengono visualizzate di seguito. La maggior parte di questi campi è compilata con le impostazioni predefinite, quindi sentiti libero di lasciarli come se lo desideri. Tuttavia, potresti voler cambiare il modo in cui funziona il tuo separatore o forse qualcosa di simile al grassetto dell’ultima pagina nell’elenco breadcrumb.

La tassonomia del tuo pangrattato dipende da ciò che hai impostato per determinati tipi di post. Puoi lasciarli vuoti se non ti interessa avere il pangrattato per i post, ma hai anche la possibilità di modificarli. Assicurati di fare clic sul pulsante Salva prima di uscire da questa pagina.

Passaggio 3: inserire il codice Breadcrumbs nei file del sito

Il pangrattato non verrà visualizzato finché non inserisci un piccolo codice nel tuo sito. Inizia copiando il seguente codice:

''

'); } ?>

Dovresti posizionare il codice dove vuoi che appaia il pangrattato. Alcuni dei luoghi più comuni includono:

  • Nel tuo file single.php.
  • Nel tuo file page.php (sopra il titolo della pagina).
  • Alla fine del file header.php.

Nota: Si consiglia vivamente di utilizzare un tema figlio di WordPress per eventuali modifiche ai file dei temi principali. In questo modo è ancora possibile installare aggiornamenti sul tema senza perdere le personalizzazioni.

Alcune persone scoprono anche che il seguente shortcode è il modo migliore per scegliere singoli post e pagine:

[Wpseo_breadcrumb]

Questo è tutto!

Ormai avresti dovuto trovare con successo un tema o utilizzare un plug-in per aggiungere breadcrumb a WordPress. Se hai ulteriori domande, Dai un’occhiata a questo articolo Yoast per la gestione di quel codice. Altrimenti, dovresti avere tutte le impostazioni con il pangrattato sul tuo sito web!

Puoi anche lasciare un commento nella sezione seguente: saremo lieti di aiutarti con qualsiasi domanda tu possa avere su come aggiungere il pangrattato a WordPress per i tuoi lettori.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map