Che cos’è la memorizzazione nella cache di WordPress e perché è importante?

  1. 1. Guida per principianti alla comprensione delle funzioni interne di WordPress
  2. 2. Leggendo al momento: Che cos’è la memorizzazione nella cache di WordPress e perché è importante?
  3. 3. Come funziona la memorizzazione nella cache di WordPress?
  4. 4. Come installare e configurare la cache di WordPress con WP Super Cache
  5. 5. Come impostare la memorizzazione nella cache di WordPress con W3 Total Cache (W3TC)
  6. 6. Recensione MaxCDN: il miglior CDN per WordPress?

È bello vedere che hai letto il mio noioso vecchio articolo sul funzionamento interno di WordPress – complimenti! Aspetta cosa? Non hai? Non preoccuparti, basta dare una rapida lettura, in particolare la parte in “Cosa succede quando qualcuno visualizza il tuo blog WordPress?”.


Come suggerisce il titolo, impareremo la memorizzazione nella cache di WordPress. In questa serie di post esploreremo in dettaglio ogni aspetto della memorizzazione nella cache uno per uno.

  • Perché è importante
  • Come funziona
  • E infine, come implementarlo.

Perché la memorizzazione nella cache di WordPress è così importante?

La memorizzazione nella cache in breve

Al college quando mi insegnano un argomento di cui non so nulla, tendo a pensare prima alle sue applicazioni, piuttosto che a conoscere l’argomento. Ad esempio: relazioni di ricorrenza. Sono usati per calcolare l’ennesimo numero di una sequenza di numeri, come la sequenza di Fibonacci. Una volta che ho capito la sua importanza – come le relazioni di ricorrenza aiutano a risparmiare un sacco di tempo prezioso di calcolo – beh, mi sono interessato a questo. Se vuoi sapere qualcosa sulle relazioni di ricorrenza, sei fortunato – lo descriverò brevemente nel prossimo paragrafo. Le persone che non vogliono conoscerlo potrebbero saltarlo – non mi dispiacerebbe. ��

Cose interessanti che la sequenza di Fibonacci può fare

UN Sequenza di Fibonacci è semplicemente l’aggiunta dei due numeri precedenti nella sequenza. Quasi tutti gli studenti di informatica conoscono ciò di cui sto parlando: sei obbligato a scrivere un programma (in qualsiasi lingua) per generare una sequenza di Fibonacci. Se dovessi iniziare da 0, la sequenza di Fibonacci andrebbe:

0, 1, 1, 2, 3, 5, 8 .. fino all’infinito.

Ora dalla sequenza sopra, se dovessi chiederti il ​​5 ° numero della serie, la risposta sarebbe 3. Ora se dovessi chiederti il ​​500 ° numero, dovresti calcolare l’intera serie fino al 500 ° termine . Per un computer moderno, diamine, il tuo telefono lo calcolerebbe in meno di un secondo. Ma, in termini di processore moderno, è molto! Aumenta da 500 a 50.000.000.000 (50 miliardi di numero) di Fibonacci e sì, avresti bisogno di molto più tempo.

È qui che entra in gioco la relazione di ricorrenza. Applicando le relazioni di ricorrenza, deriviamo una formula che può calcolare l’ennesimo termine di Fibonacci. Che si tratti del 5o o 50o o del 50o trilione di termine di Fibonacci, quella formula derivata può calcolarli tutti esattamente nello stesso tempo, cioè un tempo costante. Questo è incredibilmente utile in quanto consente di risparmiare un sacco di tempo prezioso di calcolo e ci aiuta anche a calcolare la complessità di un programma.

Allora, qual è questo grande clamore sulla memorizzazione nella cache di WordPress?

Lamb2

Google ama i siti più veloci. Tutti noi adoriamo i siti più veloci. Uno dei principali fattori di ranking SERP (pagina dei risultati dei motori di ricerca) di Google include la velocità di un sito Web e i suoi tempi di risposta.

La memorizzazione nella cache è un fattore fondamentale nel determinare le prestazioni complessive di un sito. Soprattutto in WordPress, poiché genera pagine HTML in modo dinamico, utilizzando il codice PHP associato alle query del database MySQL. Con i protocolli di cache correttamente configurati, il tuo sito WordPress può essere più veloce per ordini di grandezza. Aiuta a prevenire la ridondanza e accelera i tempi di caricamento del tuo sito – gratuitamente! Accelerare il tuo sito WordPress può essere impiegato in 3 modi principali:

  1. Usa server di fascia alta, follemente potenti
  2. Utilizzare una rete di distribuzione di contenuti (CDN)
  3. Configura la memorizzazione nella cache di WordPress

I primi due punti possono essere (molto) costosi e di solito dipendono dal numero di visitatori di un sito. Tuttavia, la memorizzazione nella cache di WordPress può essere utilizzata (e dovrebbe essere utilizzata) anche nel più piccolo dei siti Web. È interessante sapere che il nome più importante di WordPress Managed Hosting – WPEngine utilizza la propria tecnologia di memorizzazione nella cache proprietaria personalizzata chiamata EverCache che combina tutte e tre le principali forme di memorizzazione nella cache: cache di pagine, database e oggetti.

Cos’è la cache di WordPress?

Se hai letto il mio articolo precedente, saprai il numero di cose che si verificano ogni volta che qualcuno visita il tuo sito. Ecco un’immagine per fare jogging sulla tua memoria:

Funzionamento interno di WordPress

Cosa accadrebbe se quelle pagine Web generate dinamicamente fossero salvate nel disco rigido o nella memoria (RAM) del server e servissero da lì, ogni volta che qualcuno richiedeva la pagina? Che si tratti di una o 1000 persone, quella stessa pagina verrebbe inviata! Ciò consentirebbe di risparmiare molte query sul database, l’esecuzione del codice PHP, risparmiando così il fattore più importante: il prezioso tempo di calcolo. Sarebbe molto, molto veloce.

Questa è la memorizzazione nella cache di WordPress. Riutilizzo di dati generati in precedenza (o richieste come query di database) per accelerare nuove richieste successive.

Ma aspetta, cosa succede se qualcuno commenta o aggiorna un post o ne pubblica uno nuovo? Queste pagine HTML generate in precedenza non contengono dati errati / obsoleti? Hai ragione, assolutamente! Quindi abbiamo qualcosa chiamato:

Svuotare la cache

L’eliminazione della cache significa essenzialmente ripetere la memorizzazione nella cache di tutti i dati precedentemente memorizzati nella cache. Ciò significa che quelli vecchi vengono eliminati e quelli nuovi vengono creati o rigenerati. Questo in genere avviene in base a una serie di protocolli, alcuni dei quali includono:

  • Quando viene pubblicato un commento
  • Quando viene pubblicato un nuovo post
  • Quando viene aggiornato un vecchio post

Il core di WordPress e i plug-in di cache sanno quando eliminare la cache in modo che i dati vecchi e irrilevanti non vengano offerti al visitatore.

Conclusione

Questo argomento tratta i due fattori che trovo importanti da capire prima di iniziare a imparare la memorizzazione nella cache di WordPress. Ora che hai una solida conoscenza dei due, è tempo di imparare come funziona la memorizzazione nella cache.

Vantaggi della memorizzazione nella cache di WordPress

Per concludere questo capitolo, diamo un’occhiata ad alcuni dei vantaggi che la cache offre:

  • Velocizza il tuo sito gratuitamente
  • In tal modo migliorare Google e altre classifiche dei motori di ricerca
  • Risparmia una notevole quantità del consumo di risorse del server – molto utile per le persone che ospitano il loro sito in server di hosting condiviso

Cosa ne pensi della memorizzazione nella cache di WordPress? Hai qualcosa da aggiungere al suo elenco di vantaggi? Facci sapere nella sezione commenti qui sotto!

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me